Cava de’ Tirreni, Alfonso Senatore: “E’ tempo di mettere insieme le forze migliori per ridare un futuro di prosperità alla città”

0
349
l'avvocato Alfonso Senatore coordinatore regionale di Meridione Nazionale

Riceviamo e pubblichiamo

A Cava de’ Tirreni così come a Roma non esiste più il centrodestra, che andrebbe invece costruito invertendo gli addendi che, nel nostro caso, ovvero in politica, non sempre lasciano invariati i risultati.

Esiste solo Fratelli d’Italia, un partito nazionale in forte crescita a tutti i livelli, territorialmente radicato anche se andrebbe meglio organizzato in modo scientifico aprendolo il più possibile alla società civile e al mondo delle professioni. Da qui quella che potremmo definire la destra-centro, moderata, liberale, identitaria di cui parlo da tempo immemore.

La Lega, invece, per fortuna non esiste e non può e non deve esistere al Sud, almeno fino a quando saremo visti come degli italiani di serie B, facenti parte della “colonia Mezzogiorno”.

Forza Italia è una meteora che gira attorno ad un sole che va spegnendosi, tra un matrimonio funebre e comparse da cabaret.

Poi ci sono una civica forte, la Fratellanza, con un capo carismatico che vorrebbe andare da solo… verso un novello martirio monacale, e una miriade di altre formazioni civiche che hanno un corto respiro se non si aggregano, a parer mio, ad una formazione come Fratelli di Italia che può piacere o meno, ma è l’unica collegata seriamente ai vertici provinciali, regionali, nazionali ed europei.

Occorre quindi un ricompattamento generale, un tavolo di pace -stante le diverse conflittualità interne ed esterne-programmatico di altissimo livello e qualità capace di risollevare Cava de’ Tirreni dal disastro politico-amministrativo, ma anche economico e contabile -più di 60 milioni di debiti con una macchina amministrativa lacerata e fortemente conflittuale- lasciato da un centro-sinistra guidato dal peggior sindaco che la nostra città abbia mai avuto.

Ma se a questo centro-sinistra squinternato dovesse sostituirsi -non per propri meriti ma per demeriti di questi squinternati- l’attuale, possibile armata Brancaleone di sprovveduti allo sbaraglio, privi del benché minimo elemento basilare di conoscenza tecnico-professionale-politica non si farà altro che sostituire ad un disastro un altro simile se non peggiore.

E’ tempo, quindi, che i migliori si facciano carico di riportare la città su un sentiero di efficienza, sviluppo e crescita.

E’ tempo di mettere insieme le forze migliori per ridare un futuro di prosperità ai nostri figli nella nostra città.

avv. Alfonso Senatore

coordinatore regionale Meridione Nazionale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.