Cava de’ Tirreni, lettera aperta di Meridione Nazionale al presidente del Consiglio Adolfo Salsano

0
198

“I sottoscritti avv. Alfonso Senatore e la dr.ssa Ivana Carpentieri, rispettivamente il primo Coordinatore Regionale e la seconda Segretaria cittadina di Meridione Nazionale, nel prendere atto della nota-denunzia esplicita dal Presidente del Consiglio Adolfo Salsano che nella precedente consiliatura ha ricoperto l’incarico di bilancio, è arrivato alla conclusione «dopo una lunga riflessione» di chiamarsi «fuori da quella che voleva e doveva essere una cabina di regia per la redazione del piano di riequilibrio».

Principia così la lettera aperta dei due esponenti di Meridione Nazionale indirizzata al presidente del Consgilio Comunale di Cava de’ Tirreni Adolfo Salsano.

Dopo aver riportato numerosi passaggi della nota del presidente Salsano inviata ai consiglieri comunali della maggioranza la scorsa settimana, Senatore e Carpentieri evidenziano che ciò “avalla la legittimità e la fondatezza del ricorso che Meridione Nazionale presentò insieme a Fratelli di Italia presentò alla Corte dei Conti la quale sembra abbia già avviato la istruttoria contabile”.

“Crediamo -si legge ancora- che il Presidente del Consiglio Comunale non possa esimersi dal rispondere a queste cinque domande:

  1. Adolfo Salsano denuncia in un suo pubblico scritto: “non tutti hanno capito la gravità del momento”, a chi si riferisce? Chi ha capito e chi no?;
  2. Ancora scrive: “ho la sensazione che per certi soggetti gli interessi e gli obiettivi siano diversi da quelli concordati”, chi sono questi soggetti?
  3. Ancora: “soldi che dovevano essere versati e mai introitati”, quali soldi? E da chi mai introitati?
  4. Ancora: “l’atteggiamento di questi strani figuri non promette niente di buono… hanno il solo obiettivo di mettere in difficoltà il collega di turno, facendo solo del male all’Ente e alla città, chi sono gli strani figuri che fanno il danno della città?
  5. Infine Salsano augura all’Assessore Garofalo e al Dirigente Sorrentino, che al momento in questa situazione sembrano i più lucidi, di completare quanto prima la realizzazione di tale documento.

“Dunque -concludono Senatore e Carpentieri- non sono loro i cattivi, non ritiene il Presidente del Consiglio Comunale di dover dare conto alla città delle sue gravissime affermazioni? I cittadini hanno diritto di sapere! «Certe volte ho la sensazione che per certi soggetti gli interessi e gli obiettivi siano diversi da quelli concordati», chi sono questi soggetti?«Alibi per ritardare la redazione di tale documento», quali sono questi alibi e chi li cerca?”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.