Covid 19: l’assurda situazione della chiusura delle scuole in città

0
475

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

I dirigenti scolastici (per un solo alunno positivo) mettono in quarantena tutto il personale scolastico e chiudono la scuola!!!

Gentile Direttore,
Per tutta la giornata di ieri ho atteso invano che questa assurda situazione della chiusura della maggior parte delle scuole mutasse in qualche modo, ma – con molto rammarico- mi rendo conto che a Cava de’ Tirreni né l’amministrazione né l’azienda sanitaria hanno alcun interesse ad aprirle.
La cosa peggiore è che fanno leva sulla pigrizia dei cittadini e  sulla loro esclusiva paura della diffusione del virus nelle scuole.
Dico “esclusiva paura “ perché dalla osservazione di dati a scala nazionale sembra che non ci sarebbe alcun motivo di credere che il virus si diffonda solo nelle scuole e non in altri luoghi.
Sembra provato che, se tutti fossimo ligi nel rispettare le norme di prevenzione (corretto uso della mascherina e distanziamento), non ci sarebbe alcun motivo di aver paura.
Forse l’unica speranza per noi cavesi è nell’intervento di autorità esterne, quali il Prefetto, il Procuratore della Repubblica o la Sottosegretaria all’istruzione.
In breve la situazione che mi consta è la seguente:
—>Il sindaco,impedito ex lege, non può più chiudere le scuole;
—>Il dirigente sanitario – irraggiungibile – non assume alcun provvedimento circa la verifica della sussistenza dei requisiti per la prosecuzione della didattica in presenza;
—> i dirigenti scolastici (per un solo alunno positivo) mettono in quarantena tutto il personale scolastico e chiudono la scuola!!!
Ho evidenziato con pec ad uno dei dirigenti scolastici della città le mie perplessità sulla corretta applicazione della legge, ma non ho ricevuto alcun riscontro.
La scuola continua ad essere CHIUSA.
Ma io continuo a sperare che tutto possa ancora andare per il verso giusto.
Daniela Bifolco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.