Criminalità e cattiva politica

0
1172
foto Angelo Tortorella

Ancora un brutto segnale per la città quello che si è verificato la scorsa notte a Cava de’ Tirreni. L’auto della moglie del sindaco Servalli e quella dell’ex vicesindaco e attuale assessore Nunzio Senatore sono state oggetto di un raid delinquenziale. Il danno morale è di sicuro maggiore e assai più grave di quello materiale delle gomme squarciate alle due auto.

Teppismo, vandalismo? Forse. I motivi? Oscuri e possono essere tanti. Una ritorsione, una rappresaglia? Potrebbe pure essere. Quel che è certo è che si tratta di un gesto vile e ignobile, ma soprattutto siamo al cospetto di un’intimidazione.

E non potrebbe essere altrimenti quando si colpiscono in un unico e contestuale atto criminale il primo cittadino e l’assessore comunale a lui più vicino ed amico.

D’altra parte, episodi del genere puntano a minare il vivere civile, a incrinare la fiducia dei cittadini, a creare un clima di sospetti e preoccupazione. E, purtroppo, dopo le bombe pre-natalizie, quest’altra impresa criminale, che non può essere assolutamente rubricata come una bravata, fa lievitare i timori sulla tenuta della legalità in città. Insomma, non vogliamo esagerare, ma quel che sta accadendo non va preso affatto sotto gamba. E’ legittimo, in questo senso, pensare che qualcuno o più d’uno stia tramando per cambiare i connotati ad una città che i fenomeni delinquenziali li ha sempre vissuti ai minimi termini.

Per questo, non basta, sebbene sia doveroso, esprimere al sindaco Enzo Servalli e alla moglie Maria, così come all’assessore Nunzio Senatore, la più sincera solidarietà, occorre, oltre a ciò, più vigilanza da parte di ciascuno di noi e, soprattutto da quanti bazzicano in politica, toni più moderati e atteggiamenti più contenuti. In pratica, non lasciare il benché minimo margine a qualsiasi tipo di alibi e nessuna porta aperta. E quel che più conta, fare tutto ciò senza ipocrisia come troppo spesso accade, a cominciare dalle dichiarazioni di condanna e/o di solidarietà che in taluni casi puzzano di fariseismo ad un miglio di distanza.

In conclusione, quel che è in gioco è il vivere civile nella nostra comunità. Non lasciamo il campo libero a delinquenti e mestatori. E soprattutto non lasciamoci traviare dalle beghe della cattiva politica.

Articolo precedenteCava, danneggiate le auto del sindaco Servalli e dell’assessore Senatore
Articolo successivoProcuratori sportiviI, è l’anno zero. Colmato il vuoto normativo
Giornalista, ha fondato e dirige dal 2014 il giornale Ulisse on line ed è l’ideatore e il curatore della Rassegna letteraria Premio Com&Te. Fondatore e direttore responsabile dal 1993 al 2000 del mensile cittadino di politica ed attualità Confronto e del mensile diocesano Fermento, è stato dal 1998 al 2000 addetto stampa e direttore dell’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi Amalfi-Cava de’Tirreni, quindi fondatore e direttore responsabile dal 2007 al 2010 del mensile cittadino di approfondimento e riflessioni L’Opinione, mentre dal 2004 al 2010 è stato commentatore politico del quotidiano salernitano Cronache del Mezzogiorno. Dal 2001 al 2004 ha svolto la funzione di Capo del Servizio di Staff del Sindaco al Comune di Cava de’Tirreni, nel corso del 2003 è stato consigliere di amministrazione della Se.T.A. S.p.A. – Servizi Terrritoriali Ambientali, poi dall’ottobre 2003 al settembre 2006 presidente del Consiglio di Amministrazione del Conservatorio Statale di Musica Martucci di Salerno, dal 2004 al 2007 consigliere di amministrazione del CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A., infine, dal 2010 al 2014 Capo Ufficio Stampa e Portavoce del Presidente della Provincia di Salerno. Ha fondato e presieduto dal 2006 al 2011 ed è attualmente membro del Direttivo dell’associazione indipendente di comunicazione, editoria e formazione Comunicazione & Territorio. E’ autore delle pubblicazioni Testimone di parte, edita nel 2006, Appunti sul Governo della Città, edita nel 2009, e insieme a Silvia Lamberti Maionese impazzita - Comunicazione pubblica ed istituzionale, istruzioni per l'uso, edita nel 2018, nonché curatore di Tornare Grandi (2011) e Salerno, la Provincia del buongoverno (2013), entrambe edite dall’Amministrazione Provinciale di Salerno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.