MUSICA “Posso”, il singolo d’esordio di Anabel Minella

0
71

Nel panorama della musica leggera italiana si affaccia un nuovo talento, Anabel Minella, giovane e fresca ragazza campana ormai stabilita a Mortara (in provincia di Pavia), che alla passione per il canto alterna quella di fotomodella.

Il testo della canzone, dal titolo “Posso” uscito su tutte le piattaforme digitali e in video, tratta i problemi comuni un po’ a tutte le coppie, problemi che sfociano malauguratamente con la parola fine tuttavia la ferma volontà della protagonista femminile è quella di andare avanti poiché, si sa, volere è potere.

L’autore è Mario Inverso con arrangiamenti di Alberto Bonacasa, sotto etichetta Ultra Sound Records di Stefano Bertolotti.

Anabel è un’interprete più che cantautrice, in una società musicale in cui ha avuto nel passato le più grandi interpreti della canzone italiana tuttavia la sua voce è fluida, dolce, melodica, che a tratti richiama alla mente gli stilemi della Vanoni e di Rosanna Fratello, per quanto le sue radici -com’ella afferma- spaziano dal jazz alla musica degli anni ‘70 e’80.

“Posso” rientra tra quei brani musicali che hanno la capacità di colpire l’immaginazione degli italiani, con un testo troppo vistoso per non distogliere l’attenzione dalla musica: questa unisce in modo piuttosto originale un’introduzione e una strofa dal sapore ritmico a un ritornello di stampo tradizionale.

È come se anche la musica riflettesse il conflitto interiore della protagonista, combattuta tra il desiderio di andare avanti con la passione e la consapevolezza di cominciare una nuova vita sentimentale.

Volendo fare una sana e consapevole critica, il singolo della Minella è un brano che se venisse adocchiato dai principali network radiofonici avrebbe una potenzialità da permettere alla sua interprete di fare un salto di qualità verso altri orizzonti, che sono quelli del nuovo pop italiano, in cui si sono ormai consolidate voci molto distanziate dalla classica musica italiana.

Articolo precedentePolisportiva Salerno Guiscards, l’esperienza di Elisa Di Nicuolo al servizio del team volley
Articolo successivoCava, la Pro Loco Cava Universale attende da quasi otto mesi una formale risposta sulla pericolosità di un albero a San Cesareo
Saggista e musicologo, è laureato in “Sociologia delle Comunicazioni di Massa”. Tra i suoi libri ricordiamo: Il Canto Nero (Milano, 1982), Trecento anni di jazz (Milano, 1986), Jazz moderno (Milano, 1990), Vesuwiev Jazz (Napoli, 1999), Il popolo del samba (Roma, 2005), Ragtime, Jazz & dintorni (Milano, 2007), prefato da Amiri Baraka, Una storia sociale del jazz (Milano 2014), prefato da Zygmunt Bauman, Saudade Bossa Nova (Firenze, 2017). Per i “Saggi Marsilio” ha pubblicato l’unica Storia del ragtime, in due edizioni (Venezia, 1984 e 1989) edita in Italia e in Europa. Ha scritto monografie: due su Frank Sinatra (Venezia, 1991) e The Voice – Vita e italianità di Frank Sinatra (Roma, 2011), e su Vinicio Capossela (Milano, 1993), Francesco Guccini (Milano, 1993), Louis Armstrong (Napoli, 1997), un paio di questi col contributo amichevole di Renzo Arbore e Gianni Minà. Collabora con la RAI, per la cui struttura radiofonica ha condotto diverse trasmissioni musicali, e per La Storia siamo noi ha contribuito allo special su Louis Armstrong. Tiene periodicamente stage su Civiltà Musicale Afroamericana oltre a collaborare con la Fondazione Treccani per le voci afroamericane. Tra i vari riconoscimenti ha vinto un Premio Nazionale Ministeriale di Giornalismo, ed è risultato tra i finalisti del Premio letterario Calvino per l’inedito. Per la narrativa ha pubblicato un romanzo breve per ragazzi dal titolo Easy Street Story, (Npoli, 2007), la raccolta di racconti È troppo tardi per scappare (Napoli, 2013), il romanzo epistolare Caro Giancarlo – Epistolario mensile per un amico ammazzato, (Terracina, 2014), che gli è valso il Premio ‘Giancarlo Siani’ 2014. È il direttore artistico del Festival Italiano di Ragtime e il suo sito è www.gildodestefano.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.