Tramonti, intervista all’assessore Vincenzo Savino: “Per me il domani è adesso”

1
858

E’ nata da pochi giorni l’ “Associazione Pizza Tramonti”. Un nuovo sodalizio che pone le sue basi sulla precedente Corporazione, attiva da ormai 27 anni, e che conta oltre cinquanta soci fondatori che rappresentano la forza di questo gruppo che promuove in tutto il mondo, l’unica, l’autentica e originale Pizza di Tramonti.

Abbiamo incontrato il presidente dell’Associazione, l’assessore alla Promozione Turistica, all’Istruzione e allo Sport del Comune di Tramonti, Vincenzo Savino, che si è speso fortemente per la tutela e la diffusione della Pizza De. Co. di Tramonti.

 

Assessore Savino, la neo associazione di cui lei è presidente è nata da una precedente corporazione. Qual è stata la genesi dell’Associazione Pizza Tramonti?

Nel 2017 sono stato nominato Commissario Straordinario della Corporazione Pizzaioli fondata nel 1992 che, dopo un inizio caratterizzato da una intensa e proficua attività, ha subito una sorta di stasi. Per cui, in accordo con l’allora presidente, subentrai io in veste di Commissario per riorganizzare la Corporazione. Di comune accordo è stato deciso di costituire una nuova associazione con l’intento di rappresentare a 360° l’ampio comparto della pizza di Tramonti. E’ stato presentato un piano programmatico triennale (2019/2021) la cui mission è la promozione del territorio ma, soprattutto, la creazione di un vero e proprio brand Tramonti attraverso il suo alimento principe, ovvero la pizza.

Lei parla di promozione del territorio. Qual è, a parer suo, la vocazione di Tramonti?

Tramonti ha una forte vocazione turistica, vinicola ed enogastronomica, fortemente legata all’agricoltura. Il turismo del vino e del buon cibo è un modo intelligente per avere un rapporto diretto con i consumatori, oltre che con i turisti, per far vivere loro un’esperienza enogastronomica unica che si basa su questo assioma: cibo, identità, cultura. E non solo. Di qui poi il discorso si amplia per abbracciare anche l’ambito del trekking per i declivi dei Monti Lattari in cui è adagiata la conca di Tramonti. Una fitta rete di sentieristica che offre ai turisti e agli appassionati l’occasione di vedere un’altra Costiera amalfitana, non meno affascinante e spettacolare.

In questi anni con il suo impegno e il suo lavoro ha dato molto alla cittadina di Tramonti. Si è distinto per essere un amministratore molto attivo e presente sul territorio. Quali fattori hanno dato impulso a tanto dinamismo?

Sono sempre stato guidato unicamente dalla passione e dall’amore per questo territorio e dalla volontà di creare uno sviluppo sano. Tramonti è l’altra faccia della Costiera e nel corso degli anni ogni impeto è stato rivolto al voler creare un turismo alternativo a quello del litorale costiero. E devo dire che la strategia si è rivelata vincente perché in tanti ci stanno emulando. Ma il discorso è ampio e va ad abbracciare anche il tema dell’ambiente, tanto che abbiamo esportato il “modello ambientale Tramonti” fino in Brasile attraverso il gemellaggio con la città di São Luís del Maranhão (che è Patrimonio UNESCO dell’umanità) con la quale è stato stipulato un accordo di cooperazione per la gestione del turismo e dell’ambiente a livello internazionale. Una partnership che ha posto in evidenza una serie di buone pratiche ambientali messe in atto nel nostro comune da oltre dieci anni e che sono diventate un modello sostenibile ed efficiente: il sistema di raccolta differenziata, porta a porta, tracciabilità mediante il codice a barre, eco-card.

Mi sta dicendo che Tramonti è stata presa ad esempio da una città di circa un milione di abitanti?

La delegazione brasiliana è stata ospite a Tramonti più volte ed è rimasta colpita, oltre che dalla bellezza dei luoghi, dalla genuinità e dal rispetto delle tradizioni legate al territorio. Hanno avuto entusiastiche parole di elogio per le eccellenze del paniere enogastronomico e siamo convenuti alla sottoscrizione di un protocollo che prevede anche la possibilità di commercializzare i nostri prodotti tipici in Brasile. Parlo di limoni, di formaggi, salumi, del Concerto, delle vie del vino, dei sentieri dell’olio. I prodotti più rappresentativi di questa terra suggestiva ed affascinante.

Non solo turismo ed enogastronomia. Lei si è dimostrato molto attivo per lo sport. Che ruolo ha lo sport in una comunità come quella di Tramonti?

Ho cercato, attraverso il mio lavoro, di inculcare quanto più possibile la cultura dello sport che per me è sinonimo di vita. Lo sport fa bene alla salute e i soldi spesi in questo campo sono risparmiati sulla sanità, per cui tutti i mezzi, le risorse e le competenze sono stati spesi per ampliare le strutture sportive esistenti sul territorio. Ultima in ordine di tempo l’inaugurazione della tensostruttura della frazione di Pietre, adiacente lo Stadio Comunale “Franco Amato”. Lo stesso campo sportivo è ora in fase di manutenzione con lavori di riqualificazione per il superamento delle barriere architettoniche per consentirne la fruibilità ai diversamente abili. I lavori prevedono inoltre l’adeguamento degli spogliatoi, la realizzazione di una nuova tribuna ospiti e dell’area parcheggio, in modo da consentire una migliore e completa fruibilità degli spazi interni, nonché adeguati spazi di sosta per l’utenza. In più sono stati eseguiti lavori di adeguamento e manutenzione alla piscina comunale, che è l’unica piscina comunale coperta della Costiera amalfitana.

Enogastronomia, turismo, promozione del territorio, sport sono fattori che necessitano, per decollare, di una forte spinta comunicativa. Lei si è distinto per l’avere un particolare feeling con questa materia. Qual è stata la strategia che ha portato avanti?

Un approccio moderno e organizzativo della promozione territoriale. Oggi viene chiamato marketing territoriale, ovvero l’insieme di quelle peculiarità geografiche, storiche, artistiche, paesaggistiche che rendono un’area, in questo caso Tramonti, unica ed irripetibile. Insieme ai miei collaboratori abbiamo sempre cercato di promuovere il territorio attraverso tutti gli eventi possibili e immaginabili che si svolgevano a livello nazionale. Abbiamo partecipato a tantissime iniziative culturali, manifestazioni enogastronomiche, fiere, borse del turismo puntando molto sulla comunicazione. Se non comunichi non esisti.

Bisogna anche comunicare bene, però…

Assolutamente vero. Ho sperimentato questa realtà quando sono stati invitati nel nostro territorio operatori, buyer e varie società che, stando sul luogo, hanno percepito le potenzialità di una terra che in dieci anni sono venute fuori grazie proprio a un’abile attività comunicativa. Io sono solito dire che per essere un buon amministratore bisogna possedere tre peculiarità: sapere, saper fare e saper essere. Se le possiedi puoi fare l’amministratore a vita.

C’è un progetto al quale lei è maggiormente legato?

Sicuramente il Premio artistico-letterario “Città di Tramonti” intitolato alla memoria di Pietro Tagliafierro, un giovane disabile morto a 30 anni a causa della distrofia muscolare. La malattia non gli ha impedito di scrivere poesie di straordinaria intensità emotiva. Credo fermamente nell’importanza della cultura e della sua diffusione, soprattutto tra i più giovani,  per formare una maggiore consapevolezza e sensibilità verso la tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico della propria città o del proprio Paese. Anche per questo è importante impegnarsi a educare i bambini e i ragazzi alla cultura, all’arte e alla bellezza, affinché tra le nuove generazioni rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore.

Tante potenzialità non rischiano di essere penalizzate da una viabilità scarsamente sicura che necessita, da tempo, di una profonda azione di restyling? Ci riferiamo alla SP 2 che attraverso il Valico di Chiunzi mette in comunicazione l’Agro-nocerino-sarnese con la Costiera amalfitana.

Stiamo correndo ai ripari per dare maggiore decoro alla porta pedemontana della Costiera, ovvero il Valico di Chiunzi. Ci sarà una nuova cartellonistica , per quanto riguarda la segnaletica verticale. Per le condizioni del manto stradale (ricordo che è una strada di pertinenza provinciale), non appena termineranno i lavori della rete fognaria, da qui a qualche mese, si metterà mano al progetto per il miglioramento dell’efficienza funzionale della Strada Provinciale 2 che riceverà un finanziamento di circa 3 milioni di euro dalla Regione Campania. L’opera completa di riqualificazione e di miglioramento dell’intero tratto stradale dovrà essere portata avanti da Tramonti come Comune capofila.

Lei è giovane eppure ha già fatto tanto in campo politico. A quando risale la sua “discesa in campo” nella res publica?

A quindici anni fa. Guidato sempre da impegno e passione dal momento stesso in cui ho deciso di scendere in campo per la cosa pubblica, per il bene comune. Il mio motto è “il domani è adesso”. Ma bisogna camminare insieme per poter guardare oltre. Altrimenti non si va da nessuna parte. Se ripenso a quindici anni fa, mi rendo conto che allora era impensabile l’esistenza di un consorzio di categoria. Era un’utopia. C’era tanto campanilismo tra le stesse 13 frazioni che compongono il territorio di Tramonti. Ad oggi c’è maggiore collaborazione, coesione, unità d’intenti.

Lei è profondamente innamorato della sua terra. Quali sono le caratteristiche che le rendono tanto cara la realtà di Tramonti?

Premetto che sono stato più volte al Nord per impegni professionali ed ho rinunciato anche ad allettanti proposte nel campo della ristorazione e dell’enogastronomia. Ho rifiutato sempre per amore della mia terra. Tramonti è una terra che amo in maniera incondizionata. Sono sempre stato tra la mia gente e ho cercato di aiutarla. Sono un uomo del popolo al servizio del popolo.

Il suo futuro è legato a Tramonti?

Qui ho le mie radici e i miei affetti più cari. E’ impensabile per me che un domani debba andarmene dalla mia terra. Per me Tramonti è il paese più bello che c’è. Come ho già detto, per me il domani è adesso, quindi ora è il momento di dare uno slancio definitivo a questo territorio.

1 commento

  1. le fesserie “l’auto acclamato assessore senza ancora essere rieletto” le sa raccontare bene per raccogliere consensi!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.