Salerno, venerdì prossimo convegno dell’Associazione Nazionale Commercialisti

0
31

Si terrà venerdì 11 ottobre, presso il Salone dei Genovesi della Camera di Commercio di Salerno, il convegno “La salvaguardia della continuità aziendale ed il codice della crisi d’impresa e della insolvenza” organizzato dall’Associazione Nazionale Commercialisti Salerno (ANC), in cui verranno affrontate le nuove opportunità per le imprese contenute dal nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza.

In attuazione della legge 19 ottobre 2017 n. 155, il Codice infatti ha l’obiettivo di riformare in modo organico la disciplina delle procedure concorsuali le cui finalità sono quelle di consentire una diagnosi precoce dello stato di difficoltà delle imprese e di salvaguardare la capacità imprenditoriale di coloro che vanno incontro a un fallimento di impresa dovuto a particolari contingenze.

Il convegno fornirà una panoramica d’insieme della riforma in fieri per l’emanazione del nuovo codice della crisi e dell’insolvenza, con particolare riferimento ai nuovi istituti per la salvaguardia della continuità aziendale e la ristrutturazione del debito d’impresa, come spiegato dal Presidente ANC SalernoMatteo Cuomo: «Vogliamo fare luce, ma soprattutto chiarezza, sulle nuove procedure di allerta e di composizione assistita della crisi che permetteranno tempestivamente un eventuale salvataggio, non solo dell’imprenditore, ma di tutto il sistema economico. In questo modo, infatti, visto il periodo di forte disoccupazione che sta vivendo il nostro Paese, è possibile anche preservare posti di lavoro di dipendenti e collaboratori. Nello specifico, approfondiremo anche le procedure di funzionamento e i nuovi obblighi di segnalazione in caso di mancati e rilevanti pagamenti di imposte e di contributi».

Il Codice della crisi d’impesa e insolvenza, quindi, è frutto di un modo di ripensare la crisi come “probabilità di futura insolvenza“, e non come già avvenuta rovina in cui prevenzione e tempestività ne fanno da padroni. Il diritto fallimentare smette dunque di essere tale per trasformarsi in “diritto della crisi“.

Come ogni anno, la ANC riserva spazio e attenzione anche ai meno fortunati. Presenti, infatti, anche le mense dei poveri di Piazza San Francesco di Mario Conte e quella della zona orientale gestita dal parroco Don Ciro Torre a cui verranno devoluti significanti contributi.

Spazio anche ai più giovani con la consegna di borse di studio ai neodiplomati dell’Istituto d’Istruzione superiore “Vico De Vivo” di Agropoli, iscrittisi alla facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Salerno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.