Premio Strega, in attesa della dozzina excursus sui libri presentati e i loro scrittori

0
158

Sono 74 i titoli presentati quest’anno dagli Amici della Domenica, record assoluto che supera quello dell’anno scorso fermatosi a 62. Saranno però 12 i candidati ufficiali al Premio Strega che verranno annunciati il 31 marzo.

Il Premio, oltre ad essere uno dei più prestigiosi Premi letterari italiani, vinto nelle scorse edizioni da nomi che fanno parte dell’Olimpo degli scrittori italiani come Primo Levi, con La chiave a stella,Umberto Eco, con Il nome della rosa, e Dacia Maraini, con Buio, è seguito attentamente, oltre che in ambito strettamente letterario, anche dalla platea dei lettori, basti pensare  che esistono gruppi di lettura online come #inattesadelpremiostrega di Viviana Sarti, su Instagram nota come scattidallamialibreria, che raccoglie circa 150 lettori da tutte le parti di Italia che, con grande fermento, leggono, commentano, si scambiano notizie sui titoli non solo presentati o candidati al Premio ma anche sui titoli papabili a detta, appunto, dei lettori.

Altra iniziativa interessante in rete, attiva per la prima volta quest’anno, è il FantaStrega, evoluzione dell’ormai tradizionale FantaCalcio e del più recente FantaSanremo. Nell’edizione dedicata al Premio Strega, il gioco consiste in squadre virtuali composte da 5 libri, scelti tra quelli della dozzina, e dai FantaLettori a cui saranno abbinati tramite sorteggio nel momento in cui sarà annunciata la dozzina.

Novità di quest’anno tra i partecipanti al Premio è sicuramente il ritorno di una big come Adelphi che mancava da qualche edizione con il libro di Fabio Bacà, Nova, presentato dal napoletano Diego De Silva che descrivendo il libro afferma “Parla di violenza e di vigliaccheria. A queste due categorie inflazionate dall’etica restituisce un senso culturale molto più autentico e comunemente sottostimato.”

Non può non renderci orgogliosi inoltre la presenza tra i titoli presentati di Oliva Denaro, di Viola Ardone, napoletana, che avevamo intervistato qui https://www.ulisseonline.it/cultura/libri-libri-viola-ardone-oliva-denaro-nome-e-cognome-esiste-il-femminile-singolare/ in occasione della presentazione del suo libro al nostro Palazzo di Città.

L’autrice peraltro non è l’unica campana in gara. Come lei anche Antonio Pascale il cui libro, La foglia di fico. Storie di alberi, donne, uomini è ugualmente edito da Einaudi. Campani sono anche Alessio Forgione, Sabatina Napolitano, Benedetta Palmieri, Alfredo Palomba e Eduardo Savarese, che regalano una bella doppietta alla pure campana Woitek, e Zuzu.

Quest’ultima, al secolo Giulia Spagnulo, è una fumettista salernitana, classe 1996 e il suo Giorni felici, edito da Coconino Press, è forse la proposta più originale in quanto si tratta di una graphicnovel. Proposta da Valeria Parrella, la sua presenza tra i titoli presentati rappresenta una novità per quanto riguarda la struttura ma non per il contenuto. In proposito, la scrittrice ha motivato la sua decisione affermando: “Sono sicura che in questi tempi incerti, che tanto interrogano la nostra identità, questo libro, questo fumetto, possa essere un segnale potente di presa di coscienza. Come so che il nostro amato Premio è proprio di questi segnali che si nutre.”

Con Sabatina Napolitano avevo invece dialogato della sua opera prima, Origami, ricca di influenze letterarie, prima tra tutte Nabokov, di cui Sabatina è cultrice, in una conversazione reperibile su youtube al linkhttps://www.youtube.com/watch?v=pi1YDbZ3J4k

Oltre agli otto scrittori campani in gara, la Campania è presente con Duecento giorni di tempesta edito dalla cavese Marlin Editore, di cui vi avevamo dato la notizia qui https://www.ulisseonline.it/rubriche/libri-libri-marlin-editore-al-premio-strega-con-duecento-giorni-di-tempesta-di-simona-moraci/

Presente anche una biografia, Elsa, di Angela Bubba, edito da Ponte alle Grazie nonché l’autobiografia, coraggiosa ed ironica, di Veronica Raimo, col suo Niente di vero, edito da Einaudi.

L’elenco completo dei titoli presentati dagli Amici della Domenica, è reperibile al seguente link https://premiostrega.it/PS/

Orail Comitato Direttivo, presieduto da Melania G. Mazzucco, ha l’onere, e l’onore, di scegliere i 12 libri che parteciperanno alla fase finale del Premio, scegliendo tra i 74 proposti ma anche, eventualmente,integrando sulla base di valutazioni proprie la lista iniziale.

Grandi esclusi, almeno a sentire il popolo dei lettori, Morsi di Marco Peano e Trema la notte di Nadia Terranova.

Chissà che non possano rientrare proprio grazie alla facoltà attribuita al Comitato direttivo.

Ma questi sono ragionamenti da FantaStrega!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.