La Rai occupata dai partiti e dalla politica

0
188

Il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto ieri si è dimesso rimettendo il suo mandato nelle mani del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Era una decisione più che attesa dopo che lo scorso lunedì il Consiglio d’Amministrazione della Rai gli aveva bocciato il piano dell’informazione. Campo dall’Orto esce di scena dopo aver contribuito in modo decisivo a dare una bella anche se parziale scrollata di rinnovamento alla televisione pubblica. Quello dell’informazione, però, rimane un piano tanto atteso quanto delicato e importante. Sono troppi gli interessi in gioco e i partiti, ma non solo loro, entrano nella partita a gamba tesa. La Rai, purtroppo, è questa. L’unico modo per liberarla dai troppi e tanti condizionamenti sarebbe quello di privatizzarla o comunque di dargli una vera autonomia e indipendenza dalla politica. Questo, però, nel nostro Paese è solo un sogno ad occhi aperti. (foto Giovanni Armenante)

Articolo precedenteDa oggi a domenica le iniziative di Legambiente per spiagge e fondali puliti
Articolo successivoCava, colpo di scena nella Giunta Servalli: si è dimessa l’assessore Autilia Avagliano
Giornalista, ha fondato e dirige dal 2014 il giornale Ulisse on line ed è l’ideatore e il curatore della Rassegna letteraria Premio Com&Te. Fondatore e direttore responsabile dal 1993 al 2000 del mensile cittadino di politica ed attualità Confronto e del mensile diocesano Fermento, è stato dal 1998 al 2000 addetto stampa e direttore dell’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi Amalfi-Cava de’Tirreni, quindi fondatore e direttore responsabile dal 2007 al 2010 del mensile cittadino di approfondimento e riflessioni L’Opinione, mentre dal 2004 al 2010 è stato commentatore politico del quotidiano salernitano Cronache del Mezzogiorno. Dal 2001 al 2004 ha svolto la funzione di Capo del Servizio di Staff del Sindaco al Comune di Cava de’Tirreni, nel corso del 2003 è stato consigliere di amministrazione della Se.T.A. S.p.A. – Servizi Terrritoriali Ambientali, poi dall’ottobre 2003 al settembre 2006 presidente del Consiglio di Amministrazione del Conservatorio Statale di Musica Martucci di Salerno, dal 2004 al 2007 consigliere di amministrazione del CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A., infine, dal 2010 al 2014 Capo Ufficio Stampa e Portavoce del Presidente della Provincia di Salerno. Ha fondato e presieduto dal 2006 al 2011 ed è attualmente membro del Direttivo dell’associazione indipendente di comunicazione, editoria e formazione Comunicazione & Territorio. E’ autore delle pubblicazioni Testimone di parte, edita nel 2006, Appunti sul Governo della Città, edita nel 2009, e insieme a Silvia Lamberti Maionese impazzita - Comunicazione pubblica ed istituzionale, istruzioni per l'uso, edita nel 2018, nonché curatore di Tornare Grandi (2011) e Salerno, la Provincia del buongoverno (2013), entrambe edite dall’Amministrazione Provinciale di Salerno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.