Cava, RISTOCEUTICA del prof. Vincenzo Lionetti sarà presentato sabato prossimo a Palazzo di Città

0
259

La ristoceutica,  l’incontro tra metodo scientifico e gusto, è una linea di ricerca innovativa del professor Vincenzo Lionetti su come associare i singoli alimenti per creare un pasto funzionale e salutare, in particolare nella prevenzione di malattie cardio e cerebrovascolari. 

Il prossimo sabato 5 settembre, con inizio alle ore 18.30, presso il Salone di Rappresentanza del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni, si terrà la presentazione del libro: Ristoceutica di Vincenzo Lionetti, edito da Mondadori.

L’evento co-organizzato dal Comune di Cava de’ Tirreni e dalla testata giornalistica “Ulisse online”, in collaborazione la Farmacia Penza Viola di Cava de’ Tirreni, vedrà la presenza dell’autore, il prof. Vincenzo Lionetti, medico-chirurgo e docente di Anestesia e Rianimazione presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che avrà come interlocutori la prof.ssa Nunzia Armenante, nutrizionista, e il dottor Vito Bentivenga, giornalista.

La presentazione sarà introdotta, dopo il saluto del sindaco Vincenzo Servalli,  dal vice sindaco e assessore alla Cultura e alla Tutela della Salute, Armando Lamberti.

“Una interessante iniziativa di Ulisse online che abbiamo condiviso come amministrazione – afferma il sindaco Servalli – Conoscere come curarsi mangiando con gusto, credo sia il desiderio di ognuno sarà certamente molto utile scoprire quali sono gli alimenti e come cucinarli per far star bene il cuore o per combattere l’invecchiamento”.

A moderare gli interventi il giornalista Pasquale Petrillo, direttore responsabile di “Ulisse online”.

Il LIBRO, L’AUTORE E GLI INTERVISTATORI

RISTOCEUTICA (Mondadori) Che alcuni dei cibi che portiamo in tavola abbiano proprietà benefiche per il nostro organismo è ormai un dato acclarato. Ma come valorizzare al meglio i loro effetti sulla nostra salute?

La ristoceutica, una linea di ricerca innovativa inaugurata nel 2016 dal professor Vincenzo Lionetti della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, vuole rispondere a questa domanda, spiegandoci come associare i singoli alimenti per creare un pasto funzionale in grado di apportare benefici alla nostra salute, in particolare nella prevenzione di malattie cardio e cerebrovascolari. Un incontro tra metodo scientifico e gusto.

Ogni volta che consumiamo un pasto – ci spiega il professor Lionetti – abbiamo la possibilità di pilotare a distanza l’espressione dei geni di una cellula. È quindi di fondamentale importanza ricercare le associazioni “vincenti” tra i diversi alimenti, e anche i metodi di cottura e di conservazione ottimali, affinché le proprietà epigenetiche positive di ciascuno vengano valorizzate per preservare il nostro stato di salute.In un appassionante viaggio tra storia, mito e scienza, Vincenzo Lionetti ci parla delle ragioni della ristoceutica, guidandoci alla scoperta delle diverse categorie alimentari e delle loro proprietà nascoste, suggerendoci per ciascuna gli accostamenti per valorizzare il “potere” di ogni singolo alimento funzionale. Scopriremo quale tipo di pasta mangiare per proteggere il cuore, le mille proprietà epigenetiche delle erbe mangerecce, come sprigionare il potere antiossidante dei polifenoli con un semplice soffritto di olio extravergine d’oliva, qual è la cottura migliore del pesce per esaltare i benefici dei grassi omega-3, o perché può essere salutare associare la bistecca a un primo di pasta fredda.

Una guida autorevole, con alcuni deliziosi esperimenti gastronomici da provare e tanti consigli pratici, per avvicinarci all’alimentazione con una nuova consapevolezza e realizzare piatti salutari, senza rinunciare al gusto.

Vincenzo Lionetti è medico chirurgo e professore associato di Anestesia e Rianimazione presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dove ha fondato l’Unità di Medicina Critica Traslazionale (TrancriL@b) dell’Istituto di Scienze della Vita dedicata allo sviluppo di strategie innovative per la protezione d’organo del paziente critico. Esperto dell’Agenzia esecutiva per la ricerca della Commissione Europea dal 2013, studia la cardioprotezione perioperatoria data dalla regolazione epigenetica di geni salva-vita. Convinto sostenitore dell’importanza delle contaminazioni transdisciplinari, ha identificato negli alimenti una risorsa naturale di composti epigeneticamente attivi commestibili capaci di far indossare un’ideale armatura al cuore, ma anche al cervello. I risultati gli hanno consentito di sviluppare una nuova linea di ricerca cui ha dato il nome “ristoceutica”. Dal 2017 è divulgatore scientifico su Blog Italia di Agenzia Italia (AGI).

Vito Bentivenga laureato in Scienze politiche dell’amministrazione, giornalista professionista, ha collaborato col quotidiano Roma e ha lavorato dal 1997 al 2019 per “la Città” e i quotidiani locali del gruppo L’Espresso.

Nunzia Armenante biologia-nutrizionista, laureata in Biotecnologie Industriali e successivamente in Biotecnologie Molecolari, con dottorato di ricerca in  Proteomica, ha poi conseguito un Master in Medicina Traslazionale e un Perfezionamento in Alimentazione e Prodotti Nutraceutici. Durante la decennale attività presso l’università Federico II di Napoli e l’Università degli studi di Salerno si è occupata di espressione di peptidi antimicrobici e di analisi di spettrometria di massa. Autrice di numerosi articoli scientifici e del libro “lost in translation’ cura la rubrica No Dieta No Wellness sulla rivistaUulisse on line. Dal 2015 insegnante di matematica e scienze presso le scuole secondarie di primo grado.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.