Istat, ad aprile scorso registrato un forte calo delle vendite al dettaglio

0
220
foto Angelo Tortorella

L’Istat stima un calo dello 0,7% in valore e dello 0,9% in volume rispetto al mese precedente. Su base annua i dati sono ancora più pesanti: -4,6% in valore e -5,4% in volume. E’ la più forte contrazione mensile da inizio anno e il maggior calo su base annua da oltre cinque anni.

Ad aprile 2018 si stima le vendite al dettaglio sono diminuite dello 0,7% in valore e dello  0,9% in volume rispetto al mese precedente. E’ la stima dell’Istat, che spiega che la  flessione congiunturale è imputabile alle vendite di beni  alimentari, che registrano un calo dell’1,9% in valore e del  2,4% in volume, mentre quelle di beni non alimentari sono in  lieve aumento (+0,2% in valore e +0,1% in volume).

Su base annua, le vendite al dettaglio mostrano una flessione del 4,6% in valore e del 5,4% in volume. Dopo la  marcata crescita tendenziale di marzo, le vendite di beni  alimentari diminuiscono del 7,3% in valore e dell’8,7% in  volume; anche le vendite di beni non alimentari registrano un calo (-2,3% in valore e -2,4% in volume) confermando la  continua flessione registrata da inizio anno. Si tratta della più forte contrazione mensile da inizio anno e del maggior calo su base annua da oltre cinque anni. (fonte Confcommercio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.