Tre modi per salvaguardare l’ambiente e risparmiare sulla bolletta

0
51

Oggi la priorità deve essere quella di preservare l’ambiente in cui viviamo e per fortuna su questo ci sono sempre meno dubbi. Lo stile di vita più sostenibile che in molti stanno mettendo in pratica, comporta spesso anche altri vantaggi, ad esempio dal punto di vista economico. Scegliere soluzioni eco-friendly per la casa, infatti, consente allo stesso tempo di abbassare i costi delle bollette. Vediamo di capire meglio quali sono tre modi per conciliare questi aspetti e trarre così un doppio beneficio.

 

Montare dei pannelli solari sul tetto

Uno dei metodi che più degli altri riesce a coniugare al tempo stesso l’esigenza economica con quella ambientale è senza dubbio l’utilizzo del fotovoltaico. Il suo compito principale è quello di produrre energia pulita e rinnovabile, che di conseguenza porterà a ridurre l’impatto sull’ambiente ma anche ad abbassare il costo delle bollette. Prima di montare dei pannelli solari sul tetto, è bene sapere che ci sono tante realtà, come ad esempio Green Network Energy, che offrono soluzioni semplici e rapide per installare l’impianto fotovoltaico più adatto alle proprie esigenze. Un investimento che inizialmente può apparire oneroso, ma che si “ripaga” autonomamente in pochi anni fino ad arrivare al punto di diventare quasi una fonte di guadagno, oltre a innalzare il valore dell’immobile.

Coibentare la casa

Altro modo che abbina una tendenza ecologica con il risparmio è rappresentato dalla coibentazione termica, cioè una tecnica utilizzata per isolare l’ambiente interno ed evitare gli scambi di calore con l’esterno. Questo risultato si ottiene attraverso l’utilizzo di specifici materiali interposti tra i due spazi da isolare e consente di avere una temperatura adeguata durante tutto l’anno, impedendo al calore di disperdersi in inverno e mantenendo freschi gli ambienti d’estate. Altro effetto prodotto è quello di una maggiore efficienza energetica nell’edificio, con conseguente risparmio economico e al tempo stesso un adeguamento alle normative al fine di ottenere la certificazione Green Building, che si basa su metodologie e requisitiin continua evoluzione, ma legati dal filo conduttore della salvaguardia ambientale.

Acquistare elettrodomestici di categoria A+++

Il terzo mezzo a nostra disposizione per risparmiare e al tempo stesso dare un contributo all’ambiente è quello di utilizzare elettrodomestici ad alta prestazione energetica: questo permette di ridurre notevolmente il consumo annuo di elettricità e tagliare le spese. Di conseguenza diventa fondamentale conoscere la classe di consumo energetico di un elettrodomestico e nella fase di acquisto è buona abitudine valutare i costi di esercizio oltre che il prezzo di listino. Impariamo dunque a guardare l’etichetta energetica dell’UE, quella che fornisce tutti i dettagli sul consumo di energia della maggior parte degli elettrodomestici. E in particolare facciamolo per il frigorifero, perché è l’unico apparecchio che resta acceso 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno e può arrivare a consumare fino al 30% dell’energia totale di una casa. Quando si compra, quindi, è opportuno sceglierne uno di classe di tipo A, o ancora meglio di tipo A +++. Questo modello infatti consuma meno del 24% dell’energia domestica e alla fine dell’anno può garantire un risparmio fino a 600 euro in bolletta.

Le soluzioni per fare del bene al pianeta e a noi stessi sono tante e alla portata di tutti: serve solo fare un cospicuo investimento iniziale per vedere i propri sforzi ripagati nell’arco di poco tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.