Istat, +73% i consumi di zenzero spinti da superfood

0
97
Un alimento che proviene dalla Cina con bassissimi livelli di sicurezza alimentare per contaminazioni microbiologiche, aflatossine o pesticidi oltre i limiti

Con un aumento record degli acquisti del 73% nel 2018 lo zenzero entra nel paniere in rappresentanza della categoria dei cosiddetti superfood (cibi vegetali naturali con contenuti eccezionalmente elevati di nutrienti) ai quali vengono associati specifiche proprietà salutistiche che alimentano il boom nel carrello.

E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati Nielsen nel sottolineare però che spesso si tratta di un alimento che proviene dalla Cina che ha bassissimi livelli di sicurezza alimentare per contaminazioni microbiologiche, aflatossine o pesticidi oltre i limiti che vanificano le proprietà benefiche antinfiammatorie ed antiossidanti.

“Anche per questo la produzione – sottolinea la Coldiretti – ha iniziato a svilupparsi in Italia dove invece si coltivano grandi quantità di frutti di bosco, anch’essi entrati nel paniere Istat spinti dalla domanda di salute degli Italiani”.

“More, mirtilli, lamponi e fragoline  Made in Italy – continua la Coldiretti – sono riconoscibili dall’obbligo di indicare la provenienza in etichetta e fanno parte di quell’ampia gamma di “superfood della nonna” ai quali la tradizione popolare prima della scienza riconosce importanti proprietà benefiche”.

Dalla patata viola che possiede interessanti proprietà antitumorali e contro l’invecchiamento grazie soprattutto ad alcune sostanze presenti nella buccia alle mele e le pere cotogne, ricche di pectina che aiuta a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e glicemia nel sangue, dall’azzeruolo i cui frutti sono ottimi ricostituenti e tonici fino al  pomodorino del piennolo, una varietà antica di pomodoro dalle proprietà antiossidanti. (fonte Coldiretti)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.