Salerno Guiscards, dopo il ko contro il Cerrone si inizia già a pensare al mercato invernale

0
140

La terza sconfitta consecutiva per il team calcio della Salerno Guiscards ha il sapore beffardo di una partita ben giocata, che riporta certezze sul piano della tenuta della squadra ma che non regala punti utili ad uscire dal periodo negativo.

Un’altra occasione mancata per i foxes, che cadono contro il Cerrone per 1-0, grazie alla marcatura dell’attaccante esterno Esposito, e che restano impelagati sulla soglia dei due punti conquistati nelle prime cinque giornate. Un magro bottino che dovrà forzatamente essere rimpinguato domenica prossima quando, tra le mura amiche del Centro Sportivo di Casignano, gli uomini della Salerno Guiscards ospiteranno la giovane compagine della Pro Salerno.

La sconfitta di misura, incassata da una delle corazzate del torneo, non ha scalfito il morale dell’allenatore Domenico Amendola, che si è mostrato soddisfatto per la gara disputata dai suoi ragazzi: «Al di là del risultato, posso ritenermi contento della nostra prestazione. La squadra è stata tosta e coriacea – afferma il tecnico salernitano –, ha mantenuto bene il campo nonostante il forte impatto agonistico dei nostri avversari. Lavoreremo al meglio per affrontare i prossimi impegni, che saranno sicuramente più alla nostra portata, per cercare di venire fuori da questo periodo negativo». Le ultime tre partite hanno visto la squadra rimanere a secco dal punto di vista realizzativo. Forse è proprio la carenza di gol il lato su cui si dovrà lavorare per cercare la fatidica svolta stagionale. Amendola si dice pronto a qualche modifica tattica per cercare di ovviare a questa mancanza: «Cercheremo di migliorare la struttura della squadra, provando a tenere il baricentro più alto ed essere più pericolosi. Dobbiamo creare più densità in area di rigore e aiutare i nostri attaccanti ad essere più concreti».

Con l’apertura della campagna invernale di rafforzamento, l’allenatore dei foxes non esclude un possibile intervento della società per colmare le lacune dell’organico: «Ho parlato con la dirigenza e ci siamo trovati sulla stessa lunghezza d’onda. Siamo alla ricerca di una prima punta padrona dell’area di rigore – conclude Amendola –, che possa fare a sportellate per creare spazio ai nostri incursori. Inoltre, stiamo valutando anche la possibilità di acquistare un centrocampista di talento da far ruotare sulla trequarti».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.