Cavese, cori razzisti a Goh: multa di 5.000 euro al Catanzaro

0
99

Sanzione esemplare del Giudice Sportivo per la società calabra.

5 mila euro di multa al Catanzaro. E’ questa la sanzione che il Giudice Sportivo, il notaio Pasquale Marino, ha comminato alla società per i cori razzisti dei propri tifosi al giocatore della Cavese Massimo Goh durante la partita che si è disputata domenica allo stadio “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia finita sul 2-2.

Il Giudice sportivo ha adottato la seguente deliberazione: “Sanzione disciplinare di € 5.000,00 al CATANZARO perché uno sparuto gruppo di propri sostenitori (valutabile in 4/5 unità) in campo avverso, rivolgeva ad un calciatore di colore della squadra avversaria, che rientrava negli spogliatoi al termine della gara, espressioni di discriminazione razziale”.

Il calciatore in questione è l’attaccante Massimo Goh, nato a Torino ma di origini ivoriane, e domenica al termine della gara è stato vittima, come lui stesso ha raccontato su Instagram, di beceri cori a sfondo razzista.

Tanti i commenti di solidarietà da parte di tifosi, simpatizzanti e semplici cittadini cavesi sotto al suo post.

Per i cori razzisti e discriminatori dei “tifosi” sono responsabili le società e le sanzioni prevedono perfino la sconfitta a tavolino. Ma i fatti accaduti debbono essere ritenuti gravi. Devono essere puniti soprattutto i responsabili materiali dei fatti, senza alcuna indulgenza. E, se le società veramente vogliono farlo, possono, adottando tutte le misure necessarie per identificare i responsabili e isolarli. E lo spauracchio delle sanzioni potrebbe essere la soluzione giusta per sconfiggere finalmente questa piaga del calcio.   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.