Napoli, festa di San Gennaro senza bacio alle reliquie

0
95

Anche San Gennaro si adegua al Covid. Festeggiamenti in forma ridotta e secondo le restringenti regole dettate dall’emergenza sanitaria per il santo patrono di Napoli. Niente baci alla teca della statua.

Sabato 19 settembre soltanto 600 persone potranno assistere al “miracolo” della liquefazione del sangue: 200 all’interno del Duomo, compresi celebranti e coro, 300 sul sagrato dove saranno allestiti due maxischermi e circa 100 in Santa Restituta che ospiterà un maxischermo.

Severamente vietati gli assembramenti e il tradizionale bacio dei fedeli alle reliquie del sangue del Patrono, ha spiegato il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli.

I riti solenni cominceranno venerdì 18 settembre. Alle ore 18.00, al Duomo, si terranno i primi vespri, ai quali seguirà la lettera di Sepe che aprirà l’anno pastorale. La giornata di sabato 19 comincerà più tardi del solito. Non ci sarà la messa delle 8.00, le porte del Duomo si apriranno alle 9.00. Alle ore 9.45, il cardinale si recherà nella Cappella del santo e con l’aiuto dell’Abate monsignor Vincenzo De Gregorio, il sindaco Luigi de Magistris, e il vicepresidente della Deputazione duca Riccardo Carafa d’Andria, aprirà la cassaforte che contiene il reliquiario con le ampolle del sangue che sarà portato sull’altare maggiore della cattedrale.

Sarà possibile assistere alla liturgia  in diretta televisiva dall’emittente Canale 21 e da Tv200.

Articolo precedenteEvasione fiscale massiccia
Articolo successivoCovid-19, i casi in Italia alle ore 18 di ieri
Diplomata al liceo classico, ha poi continuato gli studi scegliendo la facoltà di Scienze Politiche. Giornalista pubblicista, affascinata da sempre dal mondo della comunicazione, collabora con la rivista Ulisse online sin dalla sua nascita nel 2014, occupandosi principalmente di cronaca politica e culturale. Ideatrice, curatrice e presentatrice di un web magazine per l'emittente web Radio Polo, ha collaborato anche col blog dell'emittente radiofonica. Collabora assiduamente anche con altre testate giornalistiche online. Nel suo carnet di esperienze: addetto stampa per eventi e fstival, presentazione di workshop, presentazioni di libri e di serate a tema culturale, moderatrice in incontri politico-culturali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.