Cava, vietati gli assembramenti in piazza Abbro e piazza Passaro

0
168

Con ordinanza sindacale n° 387, emessa dal Sindaco Servalli questa mattina 11 novembre, sono state disposte ulteriori misure di contenimento della diffusione del contagio da Covid-19, con limitazioni della permanenza pedonale in piazza Abbro  e in piazza Passaro, ed obbligo per le attività di ristorazione di inibire la seduta sulle aree esterne.

A partire da oggi, mercoledì 11 novembre, tutti gli esercizi di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) che offrono servizi al tavolo su aree pubbliche nel centro storico ed immediate vicinanze, dalle ore 18.00 hanno l’obbligo di accatastare le sedie poste negli spazi esterni all’attività e comunque di non renderle fruibili durante il periodo di chiusura dell’esercizio al fine di evitare assembramenti di persone;

Negli orari di apertura degli esercizi di ristorazione è fatto obbligo di distanziare i tavoli in modo che sia garantita la distanza di m. 1.50 tra gli utenti dei diversi tavoli.

Dopo il divieto di permanenza già in vigore dal 2 novembre scorso, in via A. Sorrentino, via Angiporto del Castello, via G. Verdi, via D. Alighieri, via N. Caputo, e via Mafalda di Savoia, dalle ore 18.00 alle ore 5.00 del giorno successivo è fatto divieto a tutti i cittadini di sostare anche su piazza Abbro e piazza Passato, al fine di evitare qualsiasi assembramento di persone.

In tali aree è consentito il solo transito dei pedoni con assoluto divieto di permanenza, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso per gli utenti degli esercizi commerciali legittimamente aperti, agli uffici e servizi pubblici, ed alle abitazioni private.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.