Cava, via Abbro: la rabbia dei residenti per il semaforo lampeggiante e le deiezioni canine

0
515

Da qualche settimana il semaforo mobile posto da quasi 18 mesi a via Abbro è diventato lampeggiante,  con grande disappunto di residenti e passanti.

La strada è parzialmente chiusa alla circolazione da gennaio 2019, quando si crearono delle crepe nel manto stradale in punto della carreggiata. In seguito si è scoperto che il cedimento è stato causato dalla costruzione di alcuni box auto abusivi. Da allora, in attesa che si trovino soluzioni e si ponga fine al disagio, è stato apposto un semaforo mobile nel restringimento di carreggiata per consentire il transito alternato dei veicoli.

Le testimonianze dirette di alcuni concittadini residenti in zona e automobilisti che regolarmente transitano per via Abbro ci hanno riferito di molti conducenti che, a causa del poco traffico e di mancanza di testimoni sono indotti regolarmente a passare col rosso, in barba alle norme del codice della strada e cagionando non di rado incidenti e tamponamenti.

Dopo le nostre segnalazioni si è deciso di ovviare al problema rendendo lampeggiante il semaforo in questione e, nuovamente, alcuni cavesi sono ricorsi alla nostra redazione per palesare il proprio disappunto e malumore per la decisione presa.

“Se a causa  della fretta degli automobilisti e la poca prudenza– sono le parole di un residente di Pregiato – l’incidente è sempre dietro l’angolo, anche quando il semaforo funziona correttamente, immaginiamoci quale possa essere la situazione quando tutto è affidato al buon senso di chi è al volante”.

Per di più, ci è stato fatto notare con tanto di foto che alleghiamo all’articolo, che quel tratto di strada è sporco puzzolente a causa delle deiezioni canine che, numerose, giacciono lì abbandonate tra l’inciviltà dei padroni e la mancanza di pulizia.

Insomma, la soluzione adottata si è rivelata agli occhi dei più dai contorni pilateschi. In attesa che si dia inizio ai lavori per rimettere in sesto il tratto di via Abbro, e i tempo sembrano ancora molto lunghi, si è preferito non assumersi responsabilità e lasciare agli automobilisti la responsabilità unica di tenere alta l’attenzione sulla sicurezza stradale. Nella speranza che…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.