Cava, l’opposizione sulla Giunta Servalli bis: “La città ha un Sindaco politicamente inadeguato”

0
199
(foto Angelo Tortorella)

All’indomani del varo della nuova giunta comunale a guida Servalli, non si è fatta attendere la replica dell’opposizione politica, che non lesina critiche e valutazioni negative per la scelta di riproporre lo stesso esecutivo.

“Tanto rumore per nulla – principia, mutuando il titolo della commedia di Shakespeare, il comunicato stampa a firma Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega e Responsabili per Cava La nomina della nuova Giunta municipale certifica la definitiva paralisi politica di questa Amministrazione comunale. Servalli non ha saputo e non ha potuto rinnovare, nemmeno solo parzialmente, la propria squadra di governo. I timidi tentativi fatti per portare all’interno dell’Amministrazione nomi di un qualche peso umano e professionale (il prof. Lamberti, il prof. Senatore)  si sono chiusi con altrettante porte sbattute in faccia. I NO sono stati accompagnati da giudizi politici impietosi, sui quali il PD cavese farebbe bene a riflettere (e sappiamo già che non lo farà)”.

L’opposizione pone, poi, un quesito di fondo: “Resta da capire esattamente per quale motivo Servalli abbia azzerato la Giunta, facendo di tutt’erba un fascio, per poi rifare tutto uguale a prima, tranne che per un nome, quello del vicesindaco Polichetti, che si dice essere coinvolto nelle recenti indagini giudiziarie”.

Il centrodestra, da quanto si legge nella nota, taccia di mancanza di logica il comportamento tenuto dal Primo cittadino in questo frangente, appellandolo “curioso”, sottolinea, se si tiene  conto del fatto che i motivi indicati da Servalli nell’atto ufficiale con il quale ha revocato le deleghe agli assessori sono completamente diversi da quello da lui indicati nelle dichiarazioni pubbliche.

“Nel provvedimento di azzeramento della Giunta, Servalli invoca le necessità di compiere una verifica di metà mandato, di rilanciare l’azione di governo e, perciò, di rinnovare la sua squadra. Nulla di tutto questo ha avuto un seguito. C’è, dietro questo comportamento, un significato politico o amministrativo? I fatti lo escludono. Tutto quanto accaduto è servito solo e unicamente a mascherare la revoca di Enrico Polichetti, annacquandola nella revoca generale delle deleghe? L’unica spiegazione  logica, in mancanza di altre novità, sembra questa.  In tal modo il Sindaco conferma la sua immagine di leader privo di autorevolezza – termina la dura invettiva del comunicato – incapace di imporsi e di assumere decisioni forti quando è il momento di farlo”.

“Anche in questa occasione – conclude, infine, l’opposizione – il Sindaco di Cava ha detto una cosa, poi il suo contrario, e poi alla fine non ha fatto niente. Insomma, tutto procede come sempre. Cava e i cavesi continuano a pagare per aver scelto un sindaco politicamente inadeguato.

Intanto, nel pomeriggio di ieri si è tenuta la prima riunione di giunta, al termine della quale il sindaco Servalli ha espresso il suo parere sui pareri a caldo in merito alla sua decisione: “Registro con un certo stupore il continuo riferimento ad un non meglio precisato deficit di qualità della Giunta. Mi permetto far osservare – ha sottolineato il Sindaco – per la mia ormai annosa conoscenza della politica cittadina e da una lettura rapida di ognuno dei profili, che gli attuali assessori sono personalità di indiscussa professionalità ed esperienza ed hanno messo le proprie competenze al servizio della Città di Cava de’ Tirreni, con impegno e passione, come poche volte ho potuto registrare in passato”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.