Cava, gli operai ex Apu incontreranno il sindaco Vincenzo Servalli il prossimo 11 giugno

0
42

Gli operai ex Apu, dopo anni di manifestazioni e incontri rimandati, avranno la possibilità di parlare ufficialmente con il sindaco di Cava de’ Tirreni Vincenzo Servalli venerdì 11 giugno per affrontare la loro vertenza e lo stato di periodica disoccupazione, che va avanti da anni.

“La vicenda, che riguarda circa 2600 lavoratori in tutta la Campania e 80 a Cava de’ Tirreni, era sbarcata anche in Consiglio dei Ministri con la speranza di vedere predisposte misure concrete nel decreto lavoro.” Ma, nonostante le promesse da parte del Ministro Di Maio, non è mai stato redatto un vero piano per il lavoro in Campania.

“I lavoratori APU sono ex percettori di ammortizzatori sociali, precedentemente inseriti in progetti finanziati dal Fondo sociale europeo che non hanno visto rinnovati i loro progetti. La Regione infatti non ha ritenuto opportuno preoccuparsi del futuro di migliaia famiglie che oggi non ricevono più alcuna forma di assistenza.”

Per queste ragioni -“Gli operai ex Apu chiedono di tornare a lavorare presso gli enti locali in cui erano collocati.”

“Si è utilizzato il pretesto della pandemia per mandare nel dimenticatoio migliaia di lavoratori – afferma Davide Trezza, responsabile della Federazione del Sociale USB e coordinatore nazionale di Potere al Popolo – venerdì chiederemo al Sindaco un impegno politico concreto per non lasciare che dopo anni decine di famiglie cavesi finiscano in mezzo alla strada”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.