Cava de’ Tirreni, in corso i lavori in Via Troisi: segnalate dai residenti alcune criticità

0
234

Dopo circa un mese torniamo sui lavori di manutenzione di via Alberto Troisi. Come si ricorderà, il nostro giornale pubblicò un video che documentava lo stato disastroso di questa piccola stradina che collega via Carlo Santoro con via Atenolfi.

Le immagini mostravano il vero e proprio acquitrino causato dalla pioggia copiosa che veniva giù, riempiendo gli avvallamenti dovuti al cedimento stradale e gli evidenti disagi dei residenti che dovevano districarsi tra gli schizzi causati dal passaggio delle automobili.

In precedenza ci eravamo già occupati di via Trosi per la denuncia, sempre dei residenti, dello stop del cantiere che non trovava alcuna apparente motivazione.

Ora, da qualche giorno, i lavori sono ripresi, la strada è oggetto di un’ordinanza di chiusura al traffico veicolare.

Ma a subire le conseguenze, anche sotto il profilo della sicurezza, è soprattutto il “traffico” pedonale.

Le foto che pubblichiamo ci sono state inviate da alcuni residenti e documentano due circostanze di evidente pericolo.

La prima riguarda l’eliminazione della ringhiera, sostituita da una rete da cantiere di colore arancione. Una protezione troppo leggera per impedire che qualcuno finisca di sotto e rovini nel cortile della scuola.

La strada, soprattutto al mattino è percorsa da molti bambini che si recano proprio nell’istituto scolastico di via Carlo Santoro.

Per non parlare delle immagini che riguardano la ruspa posizionata al centro della strada che lascia poco margine per passare a piedi.

Ma il fatto più grave è il cumulo di terra e pietrame posto al centro strada, davanti al mezzo meccanico. Alcuni cittadini ci hanno segnalato che essendo la strada molto stretta e già di per sé priva di illuminazione nella parte iniziale, ieri sera alcuni residenti hanno rischiato di inciampare e cadere rovinosamente su questi detriti lasciati a terra in una zona buia.

La foto che pubblichiamo illumina il cumulo ma solo con l’ausilio del flash del telefonino, perché ad occhio nudo risultava invisibile. Insomma, l’assessore Nunzio Senatore, sempre così solerte a vigilare sui lavori pubblici, dovrebbe prestare un poco di attenzione e far presente alla ditta che esegue le opere di segnalare meglio il cantiere a partire dalla dovuta illuminazione in ragione del fatto che i molti residenti nella strada devono comunque obbligatoriamente  utilizzarla a tutte le ore del giorno non a vendo altra alternativa.

Ulisse on line, comunque, seguirà gli sviluppi di questi importanti lavori che da ordinanza sindacale dovrebbero andare avanti per tutta l’estate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.