Cava, conoscenza e prevenzione con l’AIRC all’IIS “Della Corte-Vanvitelli”

0
54

Su tutto il territorio nazionale in questi giorni, oltre  600 scuole  saranno mobilitate  per sostenere l’AIRC che, con il lavoro di 5000 ricercatori, è impegnata  in  progetti scientifici innovativi e per la promozione di nuovi  e corretti stili di vita.

Anche all’ IIS “Della Corte-Vanvitelli”, dove ogni anno la Dirigente Scolastica Prof.ssa Franca Masi con la referente alla salute prof.ssa Gabriella Rotondo coinvolge i giovani studenti a rendersi protagonisti nell’attività di prevenzione, sarà possibile sostenere la ricerca con l’acquisto di miele, marmellata o arance rosse italiane, ritenute nemiche del cancro per gli antociani, pigmenti naturali dagli eccezionali poteri antiossidanti.

Sarà possibile, altresì, avere una  Guida con informazioni su corretta alimentazione e attività sportiva. L’AIRC, sostenendo  studi internazionali con l’EPIC (European  Prospective Investigation into cancer and Nutrition)  ha  avuto la conferma  degli effetti del cibo su alcuni tipi di tumori, per cui  i ricercatori invitano ad uno stile di vita sano che alleni il sistema immunitario, associato ad una corretta alimentazione basata, principalmente, sul consumo di frutta e verdura, attività fisica costante e  divieto assoluto delle sigarette.

In tal senso, i 20.000 volontari dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro sono impegnati a diffondere una cultura della prevenzione nelle case, nelle piazze e nelle scuole e lanciano una sfida collettiva soprattutto ai più giovani affinché acquistino consapevolezza sul tipo di cibo ingerito e dei danni di molti alimenti. Un cambiamento radicale degli stili di vita, con una corretta e sana alimentazione associata ad attività fisica regolare,  coltivando relazioni sociali di collaborazione e di impegno per il bene proprio e degli altri potrebbe portare ad una vera svolta per “bocciare definitivamente il cancro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.