Cava, come accedere ai Servizi di supporto alle famiglie del Progetto ITIA

0
140

 

Con l’avvio dell’ Azione A) i “Servizi di supporto alle famiglie”, entra nel vivo il progetto “I.T.I.A. Intese Territoriali di Inclusione Attiva”, intitolato “Key of change”, finanziato al Piano di Zona S2 dalla Regione Campania, per complessivi € 963.421,00.

Partner del progetto per lo svolgimento dell’Azione sono le Cooperative La Città della Luna e Delfino s.c.s.

Obiettivo: la fuoriuscita dalla condizione di svantaggio, mediante la partecipazione a percorsi di crescita e di acquisizione di strumenti per il reinserimento nel tessuto sociale ed economico.

 

AZIONE A) SERVIZI DI SUPPORTO ALLE FAMIGLIE-PARTNER COOPERATIVA SOCIALE IL DELFINO:

-Supporto a 25 coppie coniugali in fase di separazione e/o di divorzio;

-Servizio di sostegno pluridisciplinare a 30 nuclei familiari in situazioni di difficoltà;

-Servizio di assistenza di educativa domiciliare attraverso i piani assistenziali redatti dall’equipe d’intervento;

-Servizio di tutoraggio educativo specialistico ai bambini e ragazzi con disturbi di apprendimento e con bisogni educativi speciali.

 

AZIONE A) SERVIZI DI SUPPORTO ALLE FAMIGLIE-PARTNER COOPERATIVA LA CITTA’ DELLA LUNA:

-Supporto a 13 nuclei familiari attraverso il modello delle riunioni di famiglia;

-Servizio di assistenza di educativa domiciliare attraverso i piani assistenziali redatti dall’equipe d’intervento;

-Attività di assistenza materiale e psicologica ai neogenitori per 30 nuclei familiari;

-Servizio di tutoraggio educativo specialistico ai bambini e ragazzi con disturbi di apprendimento e con bisogni educativi speciali.

 

CARATTERISTICHE DEI DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO:

I destinatari degli interventi dei Servizi di supporto alle famiglie, sono le persone residenti nei 14 Comuni afferenti all’Ambito Territoriale S2 (Amalfi, Atrani, Cava de’ Tirreni, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti, Vietri Sul Mare), appartenenti almeno ad una delle seguenti categorie:

– Essere in carico ai Servizi Sociali o Sanitari del territorio;

– Fruitori del REI/RdC:

– di avere un’età compresa tra i 15 e i 24 anni;

– I soggetti che si trovino in una delle seguenti condizioni di svantaggio definite dal DM 17 ottobre 2017:

–  di non avere un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi /12 mesi /24 mesi;

–  di non possedere un diploma di scuola media superiore o professionale (livello ISCED 3) o aver completato la formazione a  tempo pieno da non più di due  anni e non avere ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito;

–  di aver superato i 50 anni di età;

–  di essere un adulto che vive solo o con una o più persone a carico;

–  di essere occupato in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo

–  donna che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici se il lavoratore interessato appartiene al genere sotto rappresentato;

– di appartenere a una minoranza etnica di uno Stato membro UE e avere la necessità di migliorare la propria formazione linguistica e professionale o la propria esperienza lavorativa per aumentare le prospettive di accesso ad un’occupazione stabile;

– Persone con disabilità (ai sensi dell’art. 1, comma 1 della legge 68/1999).

 

Le domande, da redigere secondo le modalità previste dall’Avviso, devono essere presentate entro il 29 luglio prossimo.

 

Tutte le informazioni sugli Avvisi, riguardanti anche le azioni B) percorsi di empowerment  e azione c) tirocini finalizzati all’inclusione sociale, sono disponibili sul sito www.pianodizonas2.it oppure sul sito dedicato https://itia.pianodizonas2.it/, oppure consultando le pagine social https://www.facebook.com/PdZCavaCostiera/ e https://www.facebook.com/itiasa2/.

Articolo precedenteMusica di prestigio a San Giovanni… un’iniziativa da sviluppare
Articolo successivoTramonti, il cavese Salvatore Tortora è Campione Italiano Formula Challenge 2019
Sono un giornalista e mi occupo di comunicazione pubblica in un Piano sociale di Zona. Amo leggere, sono appassionata del mare e nei miei consumi culturali ci sono il cinema, la musica e i beni artistici. Sono il presidente dell’Associazione Comunicazione&Territorio che pubblica Ulisse on line e organizza da undici edizioni la rassegna letteraria Premio Com&Te, che rappresenta, tra l'altro, un momento di confronto tra giovani studenti e scrittori del panorama letterario italiano. Ho collaborato per molti anni con testate giornalistiche a diffusione locale e regionale, quali Confronto, l’Opinione, il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, e curato uffici stampa ed attività di comunicazione pubblica ed istituzionale presso comuni, aziende pubbliche ed il Conservatorio statale Martucci di Salerno. Ho insegnato teoria e tecnica della comunicazione presso alcuni istituti superiori della provincia di Salerno. Seguo con grande attenzione le evoluzioni della comunicazione pubblica in Italia ed in particolare il gruppo dell’Associazione #PASocial. Credo che la Pubblica amministrazione debba stare là dove sta il cittadino e quindi anche utilizzare, con la dovuta accortezza, i canali social.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.