Cava, appello del Comune ai cittadini: “Nei rifiuti umidi mettete solo l’umido!”

0
341

Si registrano sempre più frequentemente elevate quantità di “impurità” tra i conferimenti di umido effettuati dai cittadini.

E’ quanto fa sapere l’Ufficio Stampa del Comune di Cava de’ Tirreni in una nota diffusa nella giornata di ieri.

“In particolare -prosegue la nota stampa comunale- le piattaforme che ricevono tali rifiuti contestano la presenza, all’interno dei contenitori della frazione organica umida, di sacchi non conformi e quindi non biodegradabili e compostabili, come prevede il regolamento, oltre alla ulteriormente grave presenza di imballaggi in plastica, metallo e vetro che assolutamente non devono essere presenti tra i rifiuti organici”.

“Ciò comporta -denuncia ancora la nota- che tali rifiuti “inquinati” non vengono accettati dalle piattaforme autorizzate allo smaltimento per la produzione di compost e, purtroppo, sono destinati alla discarica, con un enorme aggravio delle spese che dovrà essere ripartito sui cittadini attraverso la bolletta della TARI”.

“Il rifiuto umido o frazione organica del rifiuto solido urbano (FORSU) -spiega la nota- è costituito esclusivamente da scarti alimentari e di cucina e altri rifiuti di natura animale o vegetale, non dagli sfalci di potatura”.

Queste le tre piccole regole che vengono indicate come necessarie da seguire per evitare un aumento dei costi:

  1. utilizzare solo sacchetti biodegradabili e compostabili
  2. differenziare l’umido separandolo dagli imballaggi in plastica, metallo e vetro
  3. conferire sfalci di potatura e ramaglie presso il centro di raccolta

“Faccio appello ai cittadini cavesi – afferma l’assessore comunale metelliano all’Ambiente, Nunzio Senatore – di essere molto attenti a come effettuano la differenziazione dei rifiuti, soprattutto dell’umido. Sono gesti che potrebbero sembrare di poco conto ma che invece comportano conseguenze molto gravi, come quella di vanificare tutto il lavoro di raccolta effettuato dagli operatori della Metellia e causare un aumento dei costi che potrebbero essere facilmente evitati”.

“La raccolta differenziata -è l’appello conclusivo dell’assessore Senatore- così come la città tenuta pulita dipendono per la maggior parte da noi stessi, da noi cittadini. Impariamo a comportarci come facciamo a casa nostra, la gran parte lo fa, ma quella piccola quantità di persone incivili purtroppo causa un danno di immagine ed economico enorme. Facciamo attenzione, risparmieremo e avremo una città più pulita e più bella”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.