Cava, aperte le domande per il trasporto scolastico alunni disabili

0
357

 

 

Il Piano di Zona Ambito S2 rende noto che in ottemperanza a quanto disposto dalla Regione Campania con DGR n. 423/2016, contenete le linee guida in materia di trasporto scolastico, per il tragitto casa/scuola e viceversa, degli studenti diversamente abili che frequentano gli Istituti Scolastici Superiori secondo grado dell’Ambito S2 – Cava de’ Tirreni Costiera Amalfitana è possibile la presentazione delle domande relative all’anno scolastico 2017/2018.

Le domande possono essere presentate dal diretto interessato o/e dal genitori/tutori degli stessi in possesso della seguente certificazione medica – sanitaria, valida ed attuale, rilasciata dai competenti organi sanitari:

– certificato attestante la gravità dell’handicap ai sensi dell’articolo3 comma3 della legge 104/1992;

– certificazione attestante una invalidità riconosciuta totale e permanente del 100% o il riconoscimento della indennità di accompagnamento.

La concessione del contributo sarà subordinato alla frequenza scolastica rilasciata dall’istituto scolastico di appartenenza.

Il servizio di trasporto scolastico consiste nel spostamento dello studente per il tragitto casa/scuola e viceversa ed ha l’obiettivo di favorire la regolare frequenza scolastica e il diritto allo studio. Il contributo finalizzato all’autonomia della persona viene riconosciuto agli studenti con disabilità non autosufficienti, che non sono in grado di servirsi dei mezzi pubblici per raggiungere strutture scolastiche/formative e presentano una significativa compromissione dell’autonomia. In particolare i destinatari sono: studenti affetti da disabilità fisica, psichica e/o sensoriale, in possesso di idonea documentazione, residenti nel territorio dell’Ambito S2, frequentanti la scuola secondaria di II grado dell’Ambito S2, anche se collocata al di fuori del comune di residenza/ambito territoriale dello studente, o corsi di formazione professionale in diritto dovere di istruzione e formazione.

L’istanza dovrà essere accompagnata dalla documentazione richiesta, come indicato nei requisiti di accesso, e presentata presso gli istituti scolastici frequentati dagli studenti. Le istanze saranno trasmesse dagli istituti scolastici ubicati nel territorio all’Ambito S2 Cava de’ Tirreni -Costiera Amalfitana all’Ufficio di piano dopo il termine indicato.

Le domande vanno presentate entro e non oltre i termini seguenti: dal 26 settembre 2017 al 25 novembre 2017.

I contributi di cui al presente avviso saranno erogati dall’Ambito S2, sulla base delle risorse assegnate dalla Regione Campania.

Per ogni ulteriore informazione o chiarimento rivolgersi presso gli sportelli dell’Ambito S2 ubicati presso Ufficio di Piano, via Atenolfi, 40-Cava de’ Tirreni 089 2966810.

Articolo precedenteCava, alla scuola media Trezza i “Gruppi genitori” del progetto P.I.P.P.I.
Articolo successivoCava, presentato il progetto sulla raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche
Sono un giornalista e mi occupo di comunicazione pubblica in un Piano sociale di Zona. Amo leggere, sono appassionata del mare e nei miei consumi culturali ci sono il cinema, la musica e i beni artistici. Sono il presidente dell’Associazione Comunicazione&Territorio che pubblica Ulisse on line e organizza da undici edizioni la rassegna letteraria Premio Com&Te, che rappresenta, tra l'altro, un momento di confronto tra giovani studenti e scrittori del panorama letterario italiano. Ho collaborato per molti anni con testate giornalistiche a diffusione locale e regionale, quali Confronto, l’Opinione, il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno, e curato uffici stampa ed attività di comunicazione pubblica ed istituzionale presso comuni, aziende pubbliche ed il Conservatorio statale Martucci di Salerno. Ho insegnato teoria e tecnica della comunicazione presso alcuni istituti superiori della provincia di Salerno. Seguo con grande attenzione le evoluzioni della comunicazione pubblica in Italia ed in particolare il gruppo dell’Associazione #PASocial. Credo che la Pubblica amministrazione debba stare là dove sta il cittadino e quindi anche utilizzare, con la dovuta accortezza, i canali social.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.