Cava, al Liceo Scientifico “Genoino” successo per il musical Mamma Mia!

0
360

Come ormai da tradizione, anche quest’anno il liceo scientifico Genoino di Cava de’ Tirreni si è messo in gioco organizzando uno dei più conosciuti musical inglesi: Mamma Mia!
Supervisionati e coordinati dall’infaticabile professoressa Elvira Natascia Narbone, docente di religione cattolica, e dall’ex studente Danilo della Rocca, i ragazzi , scelti tra i più motivati tra tutte le classi, hanno rielaborato il celeberrimo musical, dando vita ad uno spettacolo coinvolgente e di altissima qualità.

Nell’ aula magna del liceo Genoino, nella sera del 5 e nella mattina dell’8 giugno, è stata raccontata la storia di Sophie, interpretata da Sarah Salsano, che a 20 anni sta per sposarsi con il suo fidanzato Sky, Nello Scarano. I due vivono in una piccola isola della Grecia assieme alla madre della ragazza, Donna, alias Roberta Cicalese. La giovane, però, ha sempre sofferto per la  mancanza di un padre che non ha mai conosciuto e, dopo aver letto di nascosto il diario di sua madre, apprende che la donna, prima della sua nascita, aveva frequentato tre uomini diversi: Sam Carmichael, Harry Bright e Bill Anderson, rispettivamente Francesco Capuano, Emanuele Apicella e Armando Rainone.

Ella decide, dunque, di invitare tutti e tre al suo matrimonio, per scoprire chi degli uomini in questione è il suo padre biologico. Sull’isola, nel frattempo, cominciano ad arrivare gli invitati al matrimonio, tra cui la scrittrice Rosie, Anna Giordano, e l’eccentrica Giada di Giuseppe nelle vesti di Tanya, una singolare e vivace vedova. Mentre canti e balli dilettano il pubblico, i tre uomini comprendono che ognuno di essi potrebbe essere il padre di Sophie e si propongono, pertanto, di accompagnarla all’altare il giorno delle nozze. Tra balli, canti ed equivoci,  la splendida performance degli studenti è stata acclamata ed apprezzata in ogni istante.

Uno spettacolo che ha mantenuto gli occhi degli ospiti fissi sul palco e che ha entusiasmato docenti, alunni e spettatori. Dopo le parole della preside Stefania Lombardi, che ha elogiato l’impeccabile lavoro della professoressa Narbone, i ragazzi hanno voluto ringraziare una delle colonne portanti del nostro liceo: Gaetano Pinto, tecnico del laboratorio di scienze e di fisica, che si è rivelato, come sempre in tutte le occasioni del genere, una figura insostituibile, grazie alla sua grande competenza e disponibilità,  nella gestione dei suoni e dell’audio dello spettacolo con grande competenza e pazienza. Gli studenti, in lacrime, lo hanno ringraziato per tutto il supporto che lui ha generosamente offerto e l’uomo, ormai prossimo alla pensione, ha salutato e ringraziato calorosamente il suo amato liceo.

I ragazzi: il passato, il presente e il futuro del mondo, sono stati, anche e soprattutto in questa occasione, la dimostrazione che la scuola può essere libertà e azione e non solo voti e compiti. La performance, frutto di un lunghissimo e faticosissimo anno di lavoro, che ha coinvolto le forze di tanti studenti guidati dall’immenso cuore della loro Tata Narbone, è l’ennesima dimostrazione che ludere et discere, divertirsi e imparare, è un binomio possibile, anzi, addirittura irrinunciabile, la prova che la scuola, anche un liceo scientifico, può diventare una fucina di talenti ed aprire orizzonti insperati.

Tanya Lamberti, Federica Chierchia, Roberto Polverino, Adolfo Pagano, Marina della Rocca, Martina Apicella, Rosalba Imbimbo, Chiara Santoriello, Giada Di Martino, Francesco Esposito, Vittorio D’Amico, Giampio Villa, Marco Ferrigno, Gerardo Palazzo, Massimo di Lieto, Giacomo Vitale, Salvatore Maresca, Emanuel Vicinanza, Alessandro Vitale, Giulio Noviello: questi tutti i protagonisti dello spettacolo. A loro e a tutti i giovani che mantengono il Liceo Genoino vivo pieno di gioia, di musica e d’amore va un grande e affettuoso applauso. (Chiara Spatuzzi)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.