Atrani, effettuata la sanificazione urbana

0
226

E’ stato effettuato questa mattina ad Atrani un primo intervento di sanificazione del paese volto a contrastare la diffusione del Coronavirus Covid-19. L’intervento ha visto impegnati gli operai della Miramareservice, operanti sul Comune di Atrani, disinfettare e sanificare le strade principali del borgo più piccolo d’Italia. Questa mattina sono stati dunque sanificati Largo Orlando Buonocore, Piazzale Marinella, Piazza Umberto I e via dei Dogi. Durante la giornata di domani l’intervento interesserà tutti i vicoli del paese. Gli uffici comunali sono altresì puliti e disinfettati ogni giorno e nella giornata di oggi si provvederà ad un ulteriore intervento di sanificazione.

Norme da seguire per il contrasto del Coronavirus Covid-19
• E’ vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Sono sospese le manifestazioni dovunque organizzate con affluenza di pubblico, comprese quelle di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico.

• Gli spostamenti da un territorio all’altro sono consentiti solo se motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. Tali esigenze vanno dichiarate mediante autocertificazione da esibire in caso di controllo (si allega modello da stampare, compilare e firmare). E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. In particolare, spostandosi per lavoro è bene avere un documento della propria azienda che attesta la necessità dello spostamento.

• ATTENZIONE: va assolutamente evitato di uscire di casa anche per le normali attività quotidiane durante tutto l’arco della giornata (acquisti non indispensabili, incontri con amici, semplici passeggiate, etc.): PER IL BENE DI TUTTI OCCORRE RESTARE A CASA QUANTO PIU’ POSSIBILE

• Le merci possono circolare.

• Sono sospese le attività di piscine, palestre, centri sportivi, centri sociali e ricreativi, cinema, teatri, sale scommesse, sale giochi, scuole di ballo, pub, discoteche, centri estetici, centri benessere, barbieri e parrucchieri e tutti i luoghi assimilati che possano determinare affollamento di persone.

• Bar e ristoranti possono aprire dalle 06 alle 18, con obbligo per il gestore di garantire il rispetto della distanza interpersonale di un metro. Non soggiace a tale limitazione oraria la consegna a domicilio di cibi e bevande.

• Farmacie, parafarmacie e punti vendita alimentari sono regolarmente aperti, così come gli esercizi commerciali diversi da quelli indicati in precedenza, purché il gestore garantisca (sempre che le caratteristiche e dimensioni dei locali aperti al pubblico lo consentano) l’accesso con modalità contingentate o comunque tali da assicurare la distanza interpersonale di almeno un metro.

• I centri commerciali restano chiusi nei giorni festivi e prefestivi. Nei giorni feriali ciascun gestore di esercizi deve garantire misure per il rispetto della distanza interpersonale, sempre che le caratteristiche e dimensioni dei locali aperti al pubblico lo consentano.

• Gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina sono sospesi sia in luoghi pubblici che privati.

• L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure tali da evitare assembramenti e da garantire il rispetto della distanza interpersonale di un metro. Sospese le cerimonie civili e religiose, comprese quelle funebri.

• Sono chiusi i musei e gli altri luoghi e istituti di cultura.

• Nei dipartimenti di emergenza e accettazione e nei pronto soccorso gli accompagnatori dei pazienti non possono permanere nelle sale di attesa, salva diversa indicazione del personale preposto.

• Tutti i divieti indicati prevedono sanzioni per i trasgressori.

SI RACCOMANDA INOLTRE

• In caso di sintomi da infezione respiratoria, NON RECARSI DIRETTAMENTE PRESSO STRUTTURE SANITARIE ma rimanere a casa, avvertire il medico e le strutture di emergenza e limitare al massimo il contatto con altre persone.

• Di EVITARE ASSOLUTAMENTE L’ACCAPARRAMENTO di scorte alimentare o prodotti commerciali di qualsiasi tipo. Questo atteggiamento non ha alcuna giustificazione, perché le attività di distribuzione e vendita sono del tutto regolari. L’accaparramento può invece indurre gli altri ad analogo comportamento e creare così una reale carenza di generi di necessità.

• Ai datori di lavoro, di anticipare le ferie o il congedo dei propri dipendenti, e di attivare modalità di lavoro agile (smart working, telelavoro ecc.), che può essere applicato fino al 31 luglio 2020 dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro con modalità semplificate.

TUTTI DEVONO RISPETTARE LE REGOLE, NESSUNO ESCLUSO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.