Eddie Oliva: storia del cantante italiano che ha conquistato il cuore degli svedesi

0
594

Da Scala a Stoccolma il cantante italiano Edoardo Oliva (in arte Eddie) ha conquistato la Svezia, portando la melodia napoletana e la canzone italiana nelle case degli svedesi.

Un’avventura che è inizia a Londra a vent’anni, suonando in un ristorante italiano in Leicester Square. Ritorna ad Amalfi e fonda il gruppo musicale Love Men con il quale suona nei locali alla moda della Divina Costa d’Amalfi. Prosegue suonando su una nave crociera che lo porta in giro per il mediterraneo. A 25 anni, “galeotto” è l’incontro con  Eva, una bellissima svedese, si trasferisce  nel 1973 a Stoccolma.

Scrive Eddie sul suo sito internet (www.eddieoliva.com): Qui ho costruito la mia carriera cantando nei ristoranti italiani. Nel 1975 scoperto dal produttore Olle Bergman incominciai a incidere dischi con le mie canzoni. Nel 1980 ho scritto “È l’amore”, che con l’aiuto di Britt Lindeborg è diventata “Vara vänner “(Essere amici) ottenendo un grandissimo successo. La cantavo in coppia con Cyndee Peters – una stella americana in Svezia”.

L’amore per la musica e per il canto era di casa nella famiglia Oliva, il padre Giovanni suonava la tromba e la mamma Maria e i suoi fratelli amavano il canto.

Una vocazione che viene coltivata nell’ambito familiare e di cui il padre intuisce le doti del piccolo Edoardo, tant’è che a dieci anni gli regala una chitarra classica che poi l’ha accompagnato nella sua lunghissima carriera di artista ormai affermato nella sua nuova Patria di adozione. Ma Eddy, non ha mai dimenticato il suo Paese, l’Italia, la sua gente, e soprattutto la sua Costiera Amalfitana: Scala che gli ha dato i natali ed Atrani dove la sua famiglia  ha vissuto per molti anni.

Non conosciamo Eddie Oliva di persona, anche se  prima del Covid 19 ritornava ogni anno nei luoghi del cuore: Scala, Atrani e Amalfi a Scala, ma lo stiamo conoscendo seguendo su facebook, dove trasmette concerti live in streaming o su  YouTube, dove si possono ascoltare i suoi concerti, e i suoi spettacoli musicali che sono stati  messi in onda  dalle rete televisive  svedese.

Ci ha molto colpito l’amore profonda che il cantautore ha per la sua terra, tanto da poter considerare l’artista ormai affermato ed apprezzato un vero ambasciatore della cultura musicale italiana.

Dagli spettacoli, dai recital, colpisce non solo la bravura, ma anche la sua capacità di “coinvolgere” il pubblico svedese che apparentemente “freddo” si riscalda con le melodie mediterranee, conquistati dalla voce calda e avvolgente dell’artista.

Se l’Italia è famosa per la sua moda, per lo stile Made Italy, non di meno contribuisce anche la canzone partenopea magistralmente interpretata da un cantautore come Eddie Oliva, che ha avuto il plauso di Luciano Pavarotti per la splendida interpretazione del brano Caruso e che i Reali di Svezia hanno sempre apprezzato in più occasioni, tante che l’artista riuscì a far cantare il Sole mio al re Carlo Gustavo di Svezia.

Eddie Oliva è stato insignito nel 2013 dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dell’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia che è stato attribuito a coloro che hanno acquistato particolare benemerenza nella promozione dei rapporti di amicizia e di collaborazione tra l’Italia e gli altri Paesi. Un riconoscimento conferito ad un artista che ha nel suo dna oltre all’amore per l’Italia, coltiva il valore della solidarietà, tant’è  che con il ricavato degli ultimi concerti tenuti (prima del Covid19) ha costruito una scuola nel nord della Colombia che porta il suo nome.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.