Grillo e quattro amici al bar

0
109

Dieci parlamentari hanno abbandonato ieri il Movimento Cinque Stelle. Non sono i primi e forse non saranno neanche gli ultimi. Di questo passo, Grillo e Casaleggio rischiano  a fine di questa legislatura di ritrovarsi se non da soli, quasi certamente con pochi intimi. Insomma, quattro amici al bar… di Montecitorio. Scherzi a parte, il M5S, e Grillo per prima, dovrà pure porsi il problema di questi addii. Qualcosa non funziona o non ha funzionato quando sono stati selezionati i candidati al Parlamento. Quel che sembra essere ancor più certo è che questi fuoriusciti, tranne qualche possibile rara eccezione,  non avranno un  grande futuro politico. In Parlamento sono arrivati grazie ai voti raccolti da Grillo. La loro storia politica è appena all’inizio, ma è già ben avviata sul viale del tramonto. In conclusione, un vita politica brevissima come quella delle farfalle, anche se tutto sono fuorché farfalle. (foto Giovanni Armenante)

Articolo precedenteSalerno, al Teatro Augusteo grande successo del musical “America”
Articolo successivoCava, Renato Aliberti punta sulla Carfagna per il sostegno azzurro nella corsa a sindaco
Giornalista, ha fondato e dirige dal 2014 il giornale Ulisse on line ed è l’ideatore e il curatore della Rassegna letteraria Premio Com&Te. Fondatore e direttore responsabile dal 1993 al 2000 del mensile cittadino di politica ed attualità Confronto e del mensile diocesano Fermento, è stato dal 1998 al 2000 addetto stampa e direttore dell’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi Amalfi-Cava de’Tirreni, quindi fondatore e direttore responsabile dal 2007 al 2010 del mensile cittadino di approfondimento e riflessioni L’Opinione, mentre dal 2004 al 2010 è stato commentatore politico del quotidiano salernitano Cronache del Mezzogiorno. Dal 2001 al 2004 ha svolto la funzione di Capo del Servizio di Staff del Sindaco al Comune di Cava de’Tirreni, nel corso del 2003 è stato consigliere di amministrazione della Se.T.A. S.p.A. – Servizi Terrritoriali Ambientali, poi dall’ottobre 2003 al settembre 2006 presidente del Consiglio di Amministrazione del Conservatorio Statale di Musica Martucci di Salerno, dal 2004 al 2007 consigliere di amministrazione del CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A., infine, dal 2010 al 2014 Capo Ufficio Stampa e Portavoce del Presidente della Provincia di Salerno. Ha fondato e presieduto dal 2006 al 2011 ed è attualmente membro del Direttivo dell’associazione indipendente di comunicazione, editoria e formazione Comunicazione & Territorio. E’ autore delle pubblicazioni Testimone di parte, edita nel 2006, Appunti sul Governo della Città, edita nel 2009, e insieme a Silvia Lamberti Maionese impazzita - Comunicazione pubblica ed istituzionale, istruzioni per l'uso, edita nel 2018, nonché curatore di Tornare Grandi (2011) e Salerno, la Provincia del buongoverno (2013), entrambe edite dall’Amministrazione Provinciale di Salerno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.