Dal 28 giugno addio alle mascherine… o quasi

0
42

Annuncio del ministro Speranza dopo l’ok del Comitato Tecnico Scientifico. Intanto dal 21 giugno scorso sono in zona bianca tutte le Regioni e le province autonome, tranne la Valle d’Aosta.

“Dal 28 giugno superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts”.

Lo ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza, con un post su Facebook. L’annuncio di Speranza ha fatto seguito al via libera arrivato dal Comitato Tecnico Scientifico al termine della seduta convocata per discutere del quesito posto dal Ministero della Salute. Quando l’Italia sarà completamente bianca, dicono gli scienziati, ci saranno “le condizioni per superare l’obbligatorietà dell’uso delle mascherine all’aperto salvo i contesti in cui si creino le condizioni per un assembramento (ad esempio mercati, fiere, code, eccetera)”.

Il Comitato raccomanda comunque l’uso delle mascherine sui mezzi pubblici e nei soggetti fragili, così come negli ambienti sanitari e ospedalieri.

Tutta Italia è in bianco, con un’eccezione

Dopo che il 14 giugno scorso anche Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte e Puglia, più la provincia autonoma di Trento, erano entrate in zona bianca, ora dal 21 giugno è il turno di altre sei Regioni (Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Sicilia, Toscana) e della provincia autonoma di Bolzano. A prevederlo è la nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, che dunque lascia solo la Valle d’Aosta in zona gialla. (fonte Confocommercio articolo integrale)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.