Cava, fra poco si aprono le urne per le comunali. Servalli in pole position?

0
117

Nel momento in cui scriviamo questa nota ancora non si è ufficialmente concluso il conteggio dei voti per le regionali.

Quel che è certo sono i dati definitivi relativi all’affluenza, quasi il 70% degli aventi diritto al voto, che hanno fatto registrare qualcosa come circa il 9% in meno di votanti. In pratica, circa 4.000 votanti in meno.

Quel che è ormai altrettanta certa è la vittoria anche a Cava del candidato a governatore Vincenzo De Luca che viaggia attorno al 55% dei consensi rispetto ad un 32% di Caldoro. Insomma, il centrosinistra ha la maggioranza in città alle regionali, ma l’impressione è che lo stesso avvenga per le comunali per le quali fra qualche ora si aprono le urne.

De Luca ha preso circa 15 mila voti. Non è facile stabilire un parallelo con il voto espresso in contemporanea per le comunali, ma è presumibile che il candidato del Pd Enzo Servalli potrebbe contare su un bacino di consensi che va almeno dagli 8 ai 10 mila voti, se non addirittura qualcosa in più.

Se così sarà, di sicuro Servalli sarà al ballottaggio con un buon margine di vantaggio sull’altro candidato che, salvo sorprese, dovrebbe essere Marco Galdi che, guardando sempre il voto espresso dai cavesi per la Regione, può contare all’incirca su 6 mila voti. Ora bisognerà vedere se Galdi aggiungerà qualcosa a questa cifra, come è probabile, oppure, al contrario, perderà qualcosa.

Fra poche ore sapremo.

Articolo precedenteCava: De Luca stravince, il più votato a consigliere regionale è Giovanni Baldi
Articolo successivoLe Pen e Salvini sono davvero i peggiori?
Giornalista, ha fondato e dirige dal 2014 il giornale Ulisse on line ed è l’ideatore e il curatore della Rassegna letteraria Premio Com&Te. Fondatore e direttore responsabile dal 1993 al 2000 del mensile cittadino di politica ed attualità Confronto e del mensile diocesano Fermento, è stato dal 1998 al 2000 addetto stampa e direttore dell’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi Amalfi-Cava de’Tirreni, quindi fondatore e direttore responsabile dal 2007 al 2010 del mensile cittadino di approfondimento e riflessioni L’Opinione, mentre dal 2004 al 2010 è stato commentatore politico del quotidiano salernitano Cronache del Mezzogiorno. Dal 2001 al 2004 ha svolto la funzione di Capo del Servizio di Staff del Sindaco al Comune di Cava de’Tirreni, nel corso del 2003 è stato consigliere di amministrazione della Se.T.A. S.p.A. – Servizi Terrritoriali Ambientali, poi dall’ottobre 2003 al settembre 2006 presidente del Consiglio di Amministrazione del Conservatorio Statale di Musica Martucci di Salerno, dal 2004 al 2007 consigliere di amministrazione del CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A., infine, dal 2010 al 2014 Capo Ufficio Stampa e Portavoce del Presidente della Provincia di Salerno. Ha fondato e presieduto dal 2006 al 2011 ed è attualmente membro del Direttivo dell’associazione indipendente di comunicazione, editoria e formazione Comunicazione & Territorio. E’ autore di due pubblicazioni, Testimone di parte, edita nel 2006, e Appunti sul Governo della Città, edita nel 2009.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.