Tramonti, Vincenzo Savino è il presidente della neo Associazione Pizza Tramonti

0
452

È nata ufficialmente  la nuova “Associazione Pizza Tramonti”, pronta a dare nuova linfa vitale alla precedente Corporazione, attiva da ormai 27 anni e retta da Giovanni Adamo, inaugurando un nuovo corso e promuovendo una struttura più snella, in virtù delle ultime disposizioni riguardanti il Terzo settore.

Scopo del sodalizio, naturalmente, la tutela e la promozione della Pizza De. Co. di Tramonti, grazie a un direttivo che rappresenta le varie zone di diffusione di questo prodotto così emblematico per la nostra tradizione, seguendo i passi dei pizzaioli emigrati al Nord ormai più di sessant’anni fa.

Presieduta dall’Assessore alla Promozione Turistica, all’Istruzione e allo Sport del Comune di Tramonti, Vincenzo Savino, l’Associazione si prefigge quale obiettivo a breve termine la creazione di un marchio  che caratterizzi gli esercizi della ristorazione in cui è possibile consumare la “Pizza di Tramonti”, a garanzia della qualità e della particolare tecnica di cottura, che avviene a una temperatura che arriva fino ai 350 gradi. Lungimirante la ferma intenzione di formare nuove leve di pizzaioli mediante corsi specifici, che ambisce al consolidamento di una professione ben precisa, a salvaguardia del prodotto tradizionale. Non mancheranno workshop, convegni  ed eventi volti a promuovere la Pizza di Tramonti e valorizzare la maestria dei pizzaioli tramontani.

La creazione di un vero e proprio brand è alla base del piano programmatico 2019/2021, che prevede di riportare in vita il Festival della Pizza, ma anche di organizzare dei Raduni nazionali itineranti, e – in linea con le esigenze attuali – creare un ufficio stampa e canali social adeguati alla promozione dell’Associazione, dei suoi pizzaioli e della Pizza di Tramonti. Oggetto di svariati servizi tv e pubblicazioni editoriali, la storia della Pizza di Tramonti non perde mai il suo fascino: le prime tracce di questo alimento nel Polmone verde della Costiera amalfitana risalgono al Medioevo, quando nei forni rurali si usava preparare una panella di farina di segale, miglio e orzo che veniva consumata appena sfornata, insaporita con spezie, erbe spontanee e lardo.

Nel direttivo della neonata associazione figurano Carmine Nasti e Giovanni Mandara, come vicepresidenti, in qualità di segretario Giuseppe Giordano, di direttore tecnico Francesco Giordano, di tesoriere Filomena Rosaria Amato, i consiglieri Antonio Erra, Antonio Vuolo e Alfonso Simeone. Una cinquantina i soci fondatori, a dimostrazione che l’iniziativa è fortemente sentita dai pizzaioli tramontani sparsi in tutta Italia; ma – come da statuto – è consentita l’adesione a chiunque voglia prendervi parte.

«Sono onorato di essere stato nominato Presidente – ha dichiarato Savino – di una realtà che si prefigge di valorizzare il comparto enogastronomico della montiera amalfitana, che si pregia di materie prime di altissima qualità, tra cui il pomodoro dei Monti Lattari e il Fior di latte di Tramonti, ingredienti imprescindibili per la storia e la tradizione della Pizza di Tramonti. In questo spirito di conservazione, l’Associazione neocostituita perseguirà la scia dell’innovazione, con iniziative che faranno proprie, con il coinvolgimento di tutti i soci fondatori e non, titolari di pizzerie sparse in tutta Italia e nel mondo, i nuovi canali di promozione turistica. Prima uscita ufficiale domenica 19 maggio a Palazzo Rospigliosi di Roma, nell’ambito del Secondo Premio Doc Italy Roma Capitale, per presentare al mondo la Pizza di Tramonti».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.