Napoli, domani al Museo di Capodimonte visita guidata gratuita alla scoperta delle sale dedicate a Carlo di Borbone

0
121

Domani, sabato 10 settembre 2016, alle ore 11.00, per festeggiare i 278 anni dalla posa della prima pietra del Palazzo di Capodimonte, voluto nel 1738 da Carlo di Borbone, il Museo di Capodimonte offre gratuitamente ai visitatori il percorso “Carlo in luce. Un sovrano illuminato per Napoli”.

Si tratta di una passeggiata guidata attraverso le sale di rappresentanza della Reggia dedicate a Carlo di Borbone e alla sua sposa, la regina Maria Amalia di Sassonia, dove è stato allestito un approfondimento sulle manifatture protette fondate nel Regno dal giovane sovrano.

In particolare, si potranno ammirare i bellissimi pezzi prodotti dalla Real Fabbrica di Porcellane di Capodimonte, la più cara al sovrano tra le manifatture reali, dato che ne seguiva le fasi di lavorazione e custodiva personalmente la chiave degli ambienti dove venivano conservati i pezzi.

Dagli arredi sacri, esclusivo appannaggio della corte, alle statuine con Scene galanti, ai famosi Gridi dei venditori ambulanti, celebri in tutto il mondo, che venivano venduti in occasioni di fiere.

Il percorso si conclude con il Salottino della regina Maria Amalia realizzato interamente in porcellana dalla Real Fabbrica voluta dal sovrano e situata a due passi dalla Reggia, all’interno del Real Bosco di Capodimonte.

L’approfondimento sulle Manifatture reali protette,  allestito nelle sale dell’Appartamento Reale (maggio-dicembre 2016), è stato progettato nell’ambito delle attività promosse dal Comune di Napoli per il “Maggio dei Monumenti 2016” per celebrare i trecento anni dalla nascita di Carlo di Borbone.

Il percorso, a cura di Maria Rosaria Sansone, è offerto dai Servizi Educativi del Museo di Capodimonte.

Per partecipare al percorso guidato gratuito è necessario munirsi del biglietto di ingresso al museo. (Foto Alessio Cuccaro)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.