De Luca: “In Campania riapriremo per sempre, senza dover richiudere”

0
4224

“Siamo entrati nella fase 2 secondo il “modello Campania”, ovvero efficace nella sicurezza. Per la sanità siamo stati modello nazionale di concretezza, operatività e rigore, vogliamo farlo anche per l’economia”. A dirlo è stato il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento settimanale sull’emergenza sanitaria.

“Si invoca la riapertura universale, anche colleghi di altre regioni. E’ demagogia, strumentalizzazione della domanda di lavoro. Noi dobbiamo aprire tutto, ma con l’obiettivo di non richiudere una settimana dopo”.

De Luca ha riferito dei mandati di pagamento che stanno arrivando in questi giorni a piccole e medie imprese, professionisti e famiglie, parlando di un vero e proprio miracolo avvenuto senza “porcherie clientelari” e in tempi rapidi.

“Dobbiamo prepararci a una riapertura ampia delle attività economiche –  ha precisato il governatore – a partire dal 18 maggio, dopo la verifica di eventuali nuovi focolai. Quando riapriremo, sarà per sempre”.

De Luca ha parlato di incontri che si stanno tenendo con addetti di vari settori economici: turismo, ristorazione, sport, mercatali, eventi dei matrimoni per vedere se si può anticipare qualcosa, sempre in accordo con il Governo. Lunedì ci sarà un incontro con i balneatori e di seguito con il mondo della cultura.

“Dovremo convivere per un periodo abbastanza lungo con il contagio, in maniera sparsa sul territorio regionale. Tre sono le cose da fare sempre: mascherina, distanziamento sociale, lavarsi le mani. Rispettiamo queste misure di sicurezza. Ariano Irpino ieri ha contato 12 contagi su 21 in tutto il territorio campano. Dobbiamo capire se sono casi nuovi o provengono da vecchi contagi. Ci auguriamo di non dover prendere decisioni restrittive. Per il resto, se Dio vuole, abbiamo la situazione sotto controllo, ma dobbiamo fare attenzione”.

In Campania da lunedì sono rientrate 12mila persone, di cui 300 con febbre o positive al test rapido. Dal controllo coi tamponi è risultato 1 solo caso positivo. Un migliaio di persone sono in isolamento domiciliare. I controlli continueranno fino al 18 maggio.

Da lunedì ci saranno i rientri anche nelle isole. Ci saranno controlli anche ai traghetti e sulla terraferma con l’aiuto dei sindaci delle isole in questione.

“Ottobre sarà un periodo tremendo – ha sentenziato il governatore De Luca – perché accanto al contagio influenzale, c’è il pericolo concreto di una ripresa del coronavirus. Dovremo essere pronti nell’organizzazione ospedaliera.  Ad oggi gli ospedali campani sono i più sicuri d’Italia e ci sono eccellenze che sono vanto nel mondo per la migliore assistenza. Ragion per cui invito i cittadini campani a non andare negli ospedali del nord se non ci sono esigenze particolari”.

Siamo dunque in pieno nella fase dell’avvio della normalità. “L’economia campana deve ripartire e avrà un andamento della crescita da primato nazionale, ne sono assolutamente convinto”, ha asserito infine De Luca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.