Cava, l’opposizione: “Il sindaco Servalli chieda la sospensione del pedaggio autostradale”

0
894

L’ingresso gratuito in autostrada eviterebbe il congestionamento del traffico in viale Romano e risparmierebbe ai pendolari cavesi pesanti costi aggiuntivi

All’indomani della frana sulla strada statale che collega Vietri sul Mare a Salerno, con conseguenti disagi per gli automobilisti costretti a percorsi alternativi, l’opposizione politica metelliana (La Fratellanza, Siamo Cavesi, Fratelli D’Italia, Forza Italia) scrive una lettera al Primo cittadino, Vincenzo Servalli, con la richiesta di adoperarsi per la sospensione del pedaggio autostradale.

“In merito alla frana in via Benedetto Croce, la strada che collega Vietri sul Mare e la Costiera amalfitana a Salerno, inevitabilmente si sono create lunghe code di automezzi sul viadotto Gatto a Salerno e sulla strada che porta a Cava de’ Tirreni”.

“In particolare – si legge nella missiva –  a Cava un aumento del traffico si è verificato soprattutto nei pressi dei caselli autostradali in viale Riccardo Romano dal momento che l’autostrada rappresenta, per quanti devono raggiungere Salerno, l’unica vera alternativa alla strada attualmente interrotta”.

“Tale problematica – continua l’opposizione – si è già verificata negli anni scorsi in occasione di altri eventi franosi che hanno interessato lo stesso tratto della Statale 18, con conseguente aumento del carico di traffico per la città di Cava de’ Tirreni e aggravio di costi per i per i cittadini, costretti ad utilizzare la A3 per i loro spostamenti. Va tenuto conto, al riguardo, che trattandosi nella stragrande maggioranza dei casi di pendolari che non utilizzano l’autostrada con frequenza, non sono dotati di dispositivo Telepass, con la conseguenza che il costo della tratta Cava-Salerno è di 2,10 euro (vale a dire la tariffa imposta per l’intera tratta Napoli-Salerno) e non 1,00 euro.

La nota entra poi nel merito della pèroblematica con una precisa richiesta: “Per questo motivo Le chiediamo di intervenire direttamente, o per il tramite della Prefettura, presso la Società Autostrade Meridionali, in modo da sospendere il pedaggio autostradale nella tratta Cava-Salerno sia per chi utilizza la carreggiata Nord che per chi utilizza la carreggiata Sud, fino alla risoluzione del problema. Ciò consentirebbe di rendere più scorrevole il traffico all’ingresso dell’autostrada non essendoci l’incolonnamento per il pagamento del pedaggio e ne trarrebbe beneficio la circolazione nell’intera zona. Nel contempo, l’esenzione del pedaggio renderebbe meno gravosi i costi aggiuntivi che i pendolari saranno costretti ad affrontare fino al ripristino della viabilità sulla Statale 18.

Analoga soluzione fu adottata nel febbraio 2014 in occasione di una precedente chiusura al traffico del tratto di via Benedetto Croce dovuta ad una frana. In quel caso il Comune di Cava de’ Tirreni, insieme agli altri Comuni del comprensorio, si fece carico di stanziare una piccola somma a ristoro della Società Autostrade Meridionali”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.