Cava, il Comune partecipa al progetto “Fermenti in Comune”

0
257

Il cofinanziamento del progetto avrà per il nostro Comune un costo di 43.937,50 che graverà sul bilancio comunale 2021 attualmente in preparazione

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale ha lanciato cinque “sfide sociali” sulle quali ha chiamato gruppi informali di giovani e associazioni a sviluppare idee e presentare progetti per attivare iniziative che si ritengono prioritarie per le proprie comunità, quali promuovere l’uguaglianza per tutti i generi, promuovere la creazione di nuove opportunità di partecipazione inclusiva alla vita economica, sociale e democratica per i giovani e agevolare lo sviluppo di progettualità a vocazione sociale.

La dotazione finanziaria per l’attuazione dell’intervento è di 16 milioni di euro.

Il bando è rivolto a “gruppi informali”, ovvero gruppi con un minimo di tre ed un massimo di cinque soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, oppure ad “Associazioni temporanee di scopo” (ATS) tra soggetti che, sulla base della normativa vigente, sono qualificati enti del Terzo settore, costituite da un massimo di tre enti (incluso il Capofila), i cui organi direttivi sono costituiti per la maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni.

La giunta comunale di Cava de’ Tirreni  ha approvato lo schema di partenariato e la partecipazione all’avviso pubblico Fermenti in Comune, indetto dall’Anci e rivolto a tutti i comuni italiani, che  mira a raccogliere proposte progettuali di protagonismo giovanile per il rilancio dei territori.

Cinque le sfide sociali individuate dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri: uguaglianza per tutti i generi, inclusione e partecipazione, formazione e cultura, spazi, ambiente e territorio, autonomia, welfare, benessere e salute.

A disposizione per i comuni tra 15 mila e 100 mila abitanti vi sono fino a 120 mila euro di finanziamento per singolo progetto con quota di cofinanziamento non inferiore al 20%, nel caso del comune di Cava de’Tirreni si tratta di poco più di 43 mila euro.

Alla Manifestazione di interesse promossa dalla Giunta comunale ha risposto l’Associazione  Talents di Cava de’Tirreni  con la proposta progettuale denominata “Talents for future”.  Il percorso progettuale è condiviso con le associazioni cavesi: Terre metelliane aps- Circolo Legambiente, associazione Macass, e con Medaarch srl.

Il tema prescelto, tra quelli indicati dal bando nazionale è “spazi, ambiente e territorio, autonomia, welfare, benessere e salute”.

LEGGI IL PROGETTO TALENTS FOR FUTURE

La Giunta Servalli, si legge nella delibera, ha accolto il progetto perché in “Coerenza con gli obiettivi dell’amministrazione in materia di politiche giovanili”.

Non resta che attendere il responso del Dipartimento per le politiche giovanili della Presidenza del Consiglio dei Ministri!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.