Cava, “Donne, donne, donne” è il tema del Premio Com&Te 2017

0
144

Con la conferenza stampa, tenutasi ieri lunedì 27 marzo, presso l’IIS Filangieri di Cava de’ Tirreni, è stata presentata alle autorità, agli organi di stampa e alla cittadinanza l’XI edizione del Premio Com&Te, ideato e curato dal direttore di questo quotidiano, Pasquale Petrillo, con la collaborazione di Lamberti la quale, da qualche anno presidente di Comunicazione & Territorio, associazione organizzatrice del Premio, .

Quest’anno il Premio è dedicato alle donne, tant’è che il titolo della rassegna è .

La formula del Premio è particolarmente suggestiva e coinvolgente, in quanto si basa sulla attiva partecipazione degli studenti degli Istituti superiori della città metelliana chiamati a leggere e giudicare i romanzi che una giuria di esperti ogni anno sceglie tra le pubblicazioni più recenti, selezionate in base ad un tema: il tema di quest’anno sono le donne, e i romanzi selezionati sono tutti basati sull’universo rosa, il quale, per come sta andando il mondo, di rosa ha solo il nome, visto che anche le donne, forse maggiormente la donne, sopportano, in questa strampalata e talvolta dissennata società, il maggior peso e i maggiori disagi della esistenza, non sottacendo i problemi drammatici delle discriminazioni e delle violenze, che nonostante le incisive campagne di sensibilizzazione, non accennano a ridursi.

Il Premio Com&Te si avvale dell’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica, del Senato, della Regione Campania, della Provincia di Salerno, del Comune di Cava de’ Tirreni, della Camera di Commercio di Salerno e dell’Ente provinciale per il Turismo di Salerno.

La Presidenza della Repubblica ha concesso al Premio la medaglia di bronzo per la cultura, che verrà annualmente custodita a turno dagli Istituti scolastici cavesi che ogni anno parteciperanno al Premio.

Anche il Senato ha concesso, come ogni anno, una medaglia che sarà consegnata, alla fine, a uno dei vincitori.

Numerosi, anche quest’anno, sono i partner, dagli Istituti scolastici alle aziende metelliane e della Costa d’Amalfi, tra i quali la Confesercenti, la pro-Loco di Vietri sul Mare, Case editrici, Alberghi, e prestigiose aziende campane.

Quest’anno la giuria che ha avuto il non facile compito di selezionare le opere, composta dall’Avv. Guglielmo Scarlato, dal Sig. Guglielmo Cirillo, dalla Dott.ssa Marisa Mirella Prearo, dal Sen. Dr. Gianni Iuliano, dalla Dott.ssa Lucia Scapolatiello e dal Prof. On. Guido Milanese, ha scelto i seguenti romanzi, tutti dedicati, quindi, all’universo femminile: “La figlia femmina” della scrittrice serba Anna Giurickvic Dato, Edizione Fazi; “Donne Migranti si raccontano” di Angela Villani e Franca Longo, Edizione Schena; “Hillary – Vita e potere di una Dinasty americana”, dedicato alla sfortunata candidata alla presidenza degli Stati Uniti, di Gennaro Sangiuliano, Edizione Mondadori; “Moglie” di Cinzia Sasso, che è la moglie dell’ex Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, Edizione Utet; e infine “Contro le donne – Storia e critica del più antico pregiudizio” di Paolo Ercolani, Edizione Marsilio.

Le “location” per la presentazione delle singole opere, alle quali parteciperanno gli autori che, come di consueto, verranno intervistati anche dagli studenti, sono tutte tra Cava e la Costiera Amalfitana.

Alla conferenza stampa, come su accennato, hanno partecipato, oltre allo staff dell’Associazione e del Premio e ai membri della Giuria, il Sindaco Vincenzo Servalli, accompagnato da autorità istituzionali, l’Assessore regionale all’Istruzione, Politiche Sociali e Sport, dott.ssa Lucia Fortini, il Consigliere regionale Enzo Maraio, la dirigente dell’Istituto ospitante, prof.ssa Raffaela Luciano, i rappresentanti della azienda “main sponsor” del Premio, l’Inci-Flex di Fisciano, nonché dei Partner.

Molta attenzione è stata dedicata agli studenti, dei quali era presente una folta “delegazione” degli Istituti scolastici; ad essi si è rivolta, con particolare e coinvolgente attenzione, sia il Consigliere regionale Maraio, sia l’Assessore regionale Lucia Fortini che ha ricordato le sue letture adolescenziali, non sempre impegnate, com’è ovvio per quell’età: ma la lettura, anche quella meno impegnata, come può essere quella dei romanzi “rosa” o quella dei fumetti, comunque apre le menti, fa scoprire spiragli di umanità e trasmette stimoli ed emozioni, allarga i cuori, stimola l’intelligenza e l’immaginazione e migliora le performance delle persone.

Evidenziando in tal modo l’importanza e il valore del premio Com&Te e di analoghe iniziative.

Un accenno è stato fatto, anche dal Consigliere Maraio, al premio dedicato a Giancarlo Siani, il giornalista de “Il Mattino” di Napoli, ammazzato dalla camorra partenopea nel settembre del 1985 per le sue circostanziate e incisive denunzie fatte sulla stampa contro la criminalità vesuviana; a Giancarlo Siani è dedicato un premio speciale che viene annualmente assegnato agli studenti, alla fine della rassegna.

Alla fine verrà assegnato anche il premio speciale alla cultura che quest’anno è alla memoria di Carmine Consalvo, l’imprenditore che ha dedicato la sua vita alle arti grafiche e che ha fondato l’azienda che è “main sponsor” del Premio. (foto Gabriele Durante)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.