Cava de’ Tirreni, da domani saremo invasi dai Tir: il sindaco Servalli farà qualcosa a tutela dei cavesi?

0
764

Da domani un’ordinanza prefettizia consentirà ai mezzi pesanti di transitare lungo il tratto urbano della Statale 18 Tirrena inferiore leggi il nostro articolo. Questo fino al prossimo 7 settembre, in pratica per l’intera estate, allo scopo di consentire il completamento degli ultimi 30 metri dei lavori di scavo della galleria nord dell’opera “Salerno Porta Ovest”, che consentirà il collegamento diretto dell’area portuale all’A3.

E’ scontato che consentire l’attraversamento della città da parte dei mezzi pesanti determinerà una situazione di particolare disagio per la mobilità dei cavesi, nonché l’aggravarsi dell’inquinamento atmosferico nel centro cittadino.

A quanto pare, però, non si può fare diversamente. Ciò non toglie che il nostro Comune non debba far sentire la propria voce e chiedere che in qualche modo sia attenuato e contenuto nel tempo l’inevitabile disagio, ma anche che ci sia una forma di risarcimento.

A dirlo, senza mezzi termini, sono le opposizioni. Dopo il consigliere comunale di Siamo Cavesi Enzo Passa, è l’associazione Cava 4.0  a ritenere “inaccettabile che una città come Cava de’ Tirreni, già penalizzata dalla inadeguata gestione delle criticità, si trovi di fronte ad un nuovo tipo di problematica senza prendere posizione”.

Da qui l’auspicio di Cava 4.0 che “la giunta Servalli abbia uno scatto di orgoglio e difenda le ragioni dei cittadini innanzi alle autorità giudiziarie competenti, impegnandosi, altresì, a promuovere, senza indugio, un’azione per ottenere il giusto indennizzo per tutti i danni che saranno arrecati, alle strade, dovuti al continuo passaggio dei mezzi pesanti, nonché tutti per tutti i conseguenti disservizi”.

Posizione più che condivisibile quella di Cava 4.0, ma il sindaco Servalli farà davvero qualcosa in tal senso? Ci crediamo poco dopo quello che si è visto in passato con i mezzi pesanti che hanno per mesi e mesi invaso il centro cittadino senza che i nostri amministratori comunali facessero qualcosa di realmente risolutivo.

L’impressione è che fin quando ci sarà Servalli a Palazzo di Città non si caverà un ragno dal buco per questa vicenda come per altre.

Vedremo cosa succederà stavolta… sperando di essere smentiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.