Cava, approvato il piano di ridimensionamento scolastico voluto dai socialisti ma nel PSI è ancora scontro

0
299
foto Angelo Tortorella

E’ una vera e propria rottura quella che si sta consumando tra il Partito Socialista cavese e il suo capogruppo Enzo Passa.

In una sorta di duello a colpi di fioretto tra le parti, o meglio sarebbe dire di sciabola, dalle dimissioni esattamente una settimana fa dell’assessore Raffaelina Trapanese, non vi è più pace all’interno del partito politico che appoggia l’Amministrazione Servalli in Consiglio comunale.

Dopo i tentativi prima del segretario Enrico Alfano e poi del consigliere comunale Enrico Farano, di esautorare passa della sua carica di capogruppo a sua insaputa, è quest’ultimo adesso che passa al contrattacco. E così, con una notifica indirizzata al Presidente del Consiglio, Lorena Iuliano, Passa ha dichiarato: “In veste di capogruppo del gruppo consiliare CAVA E’ UNICA – PSI ai sensi dell’art. 1, comma 4 del Regolamento per le Commissioni consiliari comunica che la nuova composizione delle Commissioni vedrà unicamente la presenza del capogruppo”.

Insomma, di fatto il consigliere Farano non parteciperà più in veste ufficiale alle varie commissioni, né potrà percepire il relativo gettone di presenza. Una vera e propria ritorsione, se si preferisce un atto ostile in risposta ad un attacco alle spalle a Passa. Ed è evidente che la situazione si è aggravata anche perché si operato con una certa imperizia. Insomma, potremmo dire che abbiamo assistito alla fiera dei pasticci.

Pare proprio che le dimissioni della Trapanese abbiano scoperchiato una situazione che già era in fermento e che le vicende degli ultimi giorni hanno esacerbato, creando, rebus sic stantibus, due schieramenti contrapposti. Da una parte il capogruppo consiliare Passa e dall’altra il partito con il suo segretario Alfano. Quel che non è chiaro, ora, è chi rappresenta il partito in seno all’Amministrazione comunale.

Nel frattempo che si sciolgano questi nodi, una notizia positiva per i socialisti è stata resa nota ieri pomeriggio da palazzo di Città. La Giunta ha approvato il Piano di fimensionamento Scolastico secondo le linee proposte da Passa e Trapanese.

Esultanza dai vertici del partito per il successo ottenuto. Il segretario Enrico Alfano ha così commentato: “E’ un grande risultato per la città; il piano è stato approvato così come proposto dall’allora assessore Trapanese che aveva riscosso il parere favorevole della quasi totalità dei dirigenti scolastici. Per la verità ha precisato Alfano – il piano era stato già proposto alla Giunta dal consigliere Passa e il Sindaco aveva chiesto tempo al delegato per poter effettuare una concertazione tra tutte le parti. Alla fine il Sindaco ha deciso per la soluzione migliore”. “Come sempre – ha concluso Alfano – il tempo è galantuomo e le cose migliori vengono a galla gratificando chi le ha proposte”.

Basterà questo per mettere pace fra i socialisti cavesi ma anche tra i protagonisti di oggi che fino ad ieri erano amici per la pelle? Stiamo a vedere… domani è un altro giorno ed in politica mai dire mai!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.