Cava, Responsabili: “Su turismo e folklore l’Amministrazione Servalli è da bocciare!”

0
211

Il movimento civico Responsabili per Cava all’attacco dell’Amministrazione Servalli in una nota diffusa poco fa.

“Ci sembra doveroso fare un’analisi a più ampio raggio riguardante la gestione politico-amministrativa della giunta Servalli -spiegano i Responsabili per Cava il cui portavoce è l’ex assessore della Giunta Galdi Marcello Murolo- Partiamo dal turismo. Se consideriamo poche manifestazioni enogastronomiche e qualche concorso di bellezza, la nostra città ha offerto ben poco ai turisti, se non la propria bellezza secolare. Senza voler entrare nel merito del disastro dei servizi, perché ad oggi non abbiamo neanche bagni pubblici, siamo fermi al palo. Se poi parliamo di programmazione, assessorato o delega al turismo possiamo mettere una bella croce alla casella “NON PERVENUTO””.

“Considerando poi opere strutturali al fine di migliorare il turismo, oggetto di precise promesse elettorali -puntualizza il documento dei Responsabili- ricordiamo che la metropolitana leggera doveva arrivare fino a Cava, cadiamo nello sconforto più totale: il progetto è stato esteso, ma verso sud, coinvolgendo altre città. Ovviamente sempre grazie al rilevante peso politico che gode Cava de’Tirreni, che, come si è visto per l’Ospedale, è pari a zero. Addirittura abbiamo assistito alla chiusura della biglietteria della stazione e vogliamo parlare ancora di turismo?”.

“C’è stata qualche mese fa-continua la nota del movimento che in Consiglio comunale vanta due  rappresentati, Vincenzo Lamberti e Pasquale Senatore  una diatriba sui numeri del turismo cavese, ma al di là di chi ha ragione o meno, la realtà innegabile sotto gli occhi di tutti è che il trend positivo del quinquennio precedente si è invertito e si sta spostando inesorabilmente verso il basso. Voto per il Turismo dell’amministrazione Servalli, BOCCIATA!”.

Sul capitolo folklore, invece il movimento  mette  la croce sulla casella “NON PERVENUTO”, se non per il fatto che oltre 1.000 cavesi ci mettono l’anima, il sudore e la passione.

“Nel quinquennio precedente -spiegano- era nata la “Settimana Rinascimentale”, un piccolo primo passoche, nonostante diversi peccati originali, aveva fatto intravedere la volontà di realizzare qualcosa di concreto. Poi nel 2016 si è passati ad un anonimo “Rinasci Cava” e nel 2017 siamo ritornati al nulla, coerentemente con l’andamento di questa Amministrazione. Ed infatti, quest’anno dovremo assistere anche alla scomparsa della Festa Medioevale per mancanza di risorse economiche. Ma quando si tratta di promuovere il turismo simbolo di altre città, vedi Raito ed il “Tour Villa Guariglia”, la nostra amministrazione è in prima fila e addirittura riesce a trovare 15.000,00 euro da donare agli altri, mentre per le nostre manifestazionio non ci sono fondi o sono sempre pochi”.

“Abbiamo una Festa del SS. Sacramento e una Disfida dei Trombonieri abbandonate a loro stesse, mentre lo Statuto Comunale modificato nel 2013, all’articolo 7 prevede che l’Amministrazione assuma il ruolo di Garante ed Organizzatore degli eventi -incalzano i Responsabili nella loro nota- Eppure i due principali eventi cittadini navigano come non mai tra difficoltà economiche, organizzative e dissidi interni. E l’Amministrazione dov’è? perché non svolge il ruolo super partesdi garante di tutto e di tutti? Perché non gestisce? Perché non investe?”.

Da qui l’auspicio che sui temi del turismo e del folklore ci sia da parte dell’Amministrazione Servalli un cambio di rotta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.