Cava, l’assessore Enrico Polichetti: “E’ fitto il programma degli eventi natalizi”

0
138

E’ scattato il conto alla rovescia:  manca ufficialmente meno di un mese a Natale. In verità, già un po’ di tempo si cominciava ad avvertire l’aria delle festività, sarà che oramai da qualche anno si è cominciato ad anticiparsi sui tempi e quindi non ci si stupisce più di tanto se in qualche casa si addobba l’albero a metà novembre piuttosto che al canonico 8 dicembre.

Sarà che c’è curiosità e tanta aspettativa nei confronti della nuova Amministrazione comunale, ma anche Cava de’ Tirreni è stata coinvolta in questo clima di attesa degli eventi natalizi.

polichettiAbbiamo così incontrato l’Assessore al Centro Storico e ai Grandi Eventi Enrico Polichetti e gli abbiamo chiesto lo stato dell’arte e qualche anticipazione sul programma.

In effetti il tema portante è già stato anticipato nelle scorse settimane: la sobrietà e l’eleganza, che però non faranno rima con frugalità e insipidezza. Il borgo porticato, un patrimonio architettonico unico e di gran bellezza, non sarà soffocato e appesantito da addobbi pacchiani, per cui è stato scelto di illuminare soltanto le arcate dei portici e i cesti pensili in maniera da “presepializzare” il corso; diversamente, invece, con l’intento di renderle accoglienti, vivi e allettanti ai cittadini e ai visitatori, le traverse saranno allestite con un addobbo più ricco e caratterizzato da figure natalizie.

Questo è il mantra della nuova Amministrazione.

cava natale 2“Ma non solo il centro cittadino sarà allestito a festa -ha puntualizzato l’assessore Polichetti- siamo consci che le frazioni debbono essere integrate anch’esse nel programma natalizio, così come i rioni popolari e, per la prima volta, anche i campi dei prefabbricati. Naturalmente lì gli addobbi saranno più limitati, ma ci saranno, per far sentire alla gente che l’Amministrazione è presente”.

Le ditte che si sono occupate dell’allestimento sono state selezionate mediante due gare, secondo i criteri dettati dalle normative vigenti. La prima per il centro storico, alla quale sono state invitate circa quaranta ditte tra cui tutti gli elettricisti e le ditte cavesi del settore; alla seconda, invece, sono state invitate ben quarantasette ditte.

Entrando in maniera più dettagliata nel programma, abbiamo chiesto all’assessore Polichetti qualche anticipazione.

“Fermo restando -ha spiegato l’assessore- che l’intento precipuo dell’Amministrazione Servalli è quello di cercare di conciliare le esigenze di tutti gli attori (residenti, operatori, commercianti, visitatori), quest’anno ci saranno delle novità come il Capodanno Universitario, un evento che coinvolgerà tutte le università della Campania”.

“Ovviamente verrà riproposta -ha continuato Polichetti- la Notte Bianca, che vedrà per la prima volta la partecipazione della zona del Parco Beethoven e delle frazioni dove si esibiranno cantanti gospel. Ci sarà un nome importante del panorama musicale nazionale che si esibirà, come da tradizione, in piazza Vittorio Emanuele III (piazza Duomo).  Inoltre, con l’Assessore alle Politiche Sociali Autilia Avagliano stiamo organizzando il Gran Galà della Solidarietà. Ma ci sarà anche il Natale dello Sportivo, coordinato dal Centro Sportivo Italiano e dall’atleta cavese Antonietta di Martino”.

Insomma, un calendario ricco di eventi che, ci auguriamo, renderà la nostra città un punto di riferimento per le zone limitrofe ed oltre.

cava natale 3

Punto da sempre cruciale è la movida e la sua integrazione armoniosa in questo puzzle di eventi. Difficile non scontentare qualcuno, ma si è deciso di attuare una sperimentazione: è stato suddiviso il centro cittadino in zone e i vari gruppi musicali, durante la programmazione degli aperitivi, non si esibiranno tutti contemporaneamente dappertutto come accadeva gli  anni passati, ma saranno disciplinati per zona in maniera tale che non ci sarà un appesantimento, anche per i residenti del centro. Pure per questo punto del programma è stato previsto un allungamento della zona, inserendo il Parco Beethoven, e del periodo di esibizione, fino al diciassette gennaio.

“Ci tengo a sottolineare -ha precisato ancora Polichetti- che c’è stato un costante e sinergico dialogo con i commercianti coinvolti e le associazioni di categoria. Siamo addivenuti a una collaborazione con il Comune di Salerno e la Confesercenti per una convenzione per la tratta ferroviaria da Salerno a Cava e stiamo lavorando per far parcheggiare nella nostra città gli autobus confluenti a Salerno per le Luci d’Artista; qui poi, chi vorrà, potrà raggiungere il centro urbano con gli Ape-calessini e un trenino. Tutto questo per invogliare le persone a soffermarsi nel nostro bel salotto cittadino”.

Insomma, il carnet è piuttosto consistente, non ci resta che aspettare il ventotto novembre per l’accensione delle luci al corso e il quattro dicembre per quella dell’albero in piazza Duomo, che giganteggerà dall’altro dei suoi venti metri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.