Salerno Guiscards, secondo pareggio consecutivo in casa de La Mennola

0
162

I ragazzi di mister Amendola hanno sprecato il doppio vantaggio e si sono fatti raggiungere sul 2-2

Il secondo, rocambolesco, punto conquistato dalla Salerno Guiscards ha il sapore amaro di una partita ben giocata, dominata per larghi tratti, ma che non ha regalato l’atteso primo sorriso stagionale.

Dopo il pari beffa incassato sette giorni fa, nell’esordio casalingo con la Don Bosco, la storia si ripete allo stadio “Bolognese” di Capezzano contro il mai domo La Mennola. La compagine salernitana sciupa il doppio vantaggio, ottenuto con una prova di pregevole fattura nella prima ora di gioco (splendido il gol su punizione di Ventura, il raddoppio porta la firma di Lupo), e si fa riprendere con due marcature incassate negli ultimi 10 minuti di gara.

L’allenatore della Salerno Guiscards Domenico Amendola vuole voltare pagina e pensare all’immediato futuro: «Ci tengo a precisare che non è successo nulla di irreparabile. Siamo ancora all’inizio del campionato – afferma il tecnico dei foxes – e sono sicuro che lavorando come stiamo facendo sistemeremo tutte le smussature che non ci hanno permesso di vincere. Non parlerei di beffa, dato che le partite si vincono controllando i 95 minuti complessivi: ripartiremo dal miglioramento della gestione dei minuti finali». Il mister del club caro al presidente Pino D’Andrea si mostra soddisfatto a metà, analizzando il match che ha visto la squadra in versione double face: «Sono contento e, allo stesso tempo, arrabbiato. La squadra ha prodotto un buon calcio per 70 minuti, calando improvvisamente nella parte finale della gara. La consistenza delle nostre sostituzioni non ha sortito effetti per gestire il vantaggio accumulato, è un dato di fatto che dobbiamo assolutamente rivedere. Dovremo sudare e migliorare tantissimo se vogliamo raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati con la società».

Giornata da ricordare per il jolly Enrico Lupo, centrocampista tuttofare nello scacchiere tattico dei foxes, che ha realizzato la prima rete (quella del momentaneo 0-2) con la maglia della Salerno Guiscards.

Una gioia tutta da raccontare: «Era dall’anno scorso che desideravo il gol con questa maglia – dichiara la mezz’ala dei Guiscards – e devo ammettere che l’emozione è stata sicuramente enorme. Desideravo fortemente la rete con questi colori. Quest’anno il mister chiede a noi centrocampisti di supportare di più gli attaccanti, consentendoci di creare più occasioni e arrivare facilmente al tiro. La gioia più grande è stata quella di ricevere l’abbraccio dei miei compagni e dell’allenatore, a testimonianza dell’unione e della coesione del gruppo».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.