Salerno, sarà inaugurata domenica prossima 6 marzo la Mostra fotografica “Alfonso Gatto e il Catalogo 1968-1976”

0
195

Se Salerno oggi è quello che è, una città accogliente e aperta alla cultura, alla diversità, al dialogo, lo si deve a dei sognatori che in anni difficili, quelli del secondo dopoguerra, credettero nelle loro idee, nell’impegno civile e perché no anche nella politica, nella passione e nell’amore profondo per l’arte.

A Salerno, nel nome dell’arte, della poesia, della pittura nasceva nell’ottobre del 1968 “Il Catalogo” di Lelio Schiavone, per molti anni uno dei pochissimi punti di riferimento per quanti amavano l’arte figurativa. Per molti, la Cultura a Salerno e in Provincia, significa il “Catalogo” che insieme alla Libreria Carrano in Via dei Mercanti svolgeva un ruolo di primo piano nell’ambito culturale, attraendo (soprattutto Il Catalogo) con incontri, presentazioni di libri, incontri della domenica, discussioni con personalità di cultura, inaugurazioni di mostre.

Molti si avvicinarono a questa piccola ma “rivoluzionaria”Galleria, attratti dalla forte passione di Lelio Schiavone che al pari di coloro a cui l’Italia di quegli anni non piaceva così com’era era. Il Catalogo diviene luogo di incontro di discussione, attrae una “borghesia illuminata, intellettuali di sinistra, che vedono nella cultura la possibilità di crescere culturalmente e civilmente.

La Galleria nasce per volontà di Lelio Schiavone che si avvalse dell’incoraggiamento e il sostegno di Alfonso Gatto, che non mancò mai di dare sostegno, consigli e di sentirsi in questo discorso “parte in causa” facendo da  ponte” con il suo prestigio tra la nascente Galleria e artisti tra i quali citiamo solo alcuni, tra cui Pizzinati, Guidi, Guttuso, Maccari e poi i letterati (amici di Gatto), Vasco Pratolini, Alfredo Righi, Michele Prisco.

La presenza del Poeta a 40 anni dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1976 per un disgraziatissimo incidente stradale ad Orbetello, si avverte ancora nella Galleria e  diviene ancora più tangibile con la Mostra fotografica Alfonso Gatto e il Catalogo 1968-1976, che sarà inaugurata domenica 6 marzo alle ore 11.30 promossa  dalla Galleria “Il Catalogo” in collaborazione con la Fondazione Gatto, presieduta da Filippo Trotta, nipote del Poeta.

Rivivono in 40 foto scelte da Lelio Schiavone e Antonio Adiletta, il lungo sodalizio artistico tra la Galleria e Gatto, Momenti indimenticabili, in cui il fervore culturale, l’impegno civile si esprime attraverso momenti di confronto supportato dalla personalità di tante presenze importanti e significative e della pittura, e della cultura italiana. L’archivio fotografico della Galleria si avvale per la maggior parte della testimonianza  fotografica di Michele Adinolfi.

Una carrellata di immagini che mantengono ancora oggi vivo il ricordo del poeta-pittore Alfonso Gatto. Una documentazione preziosa per la storia della città, per la presenza di artisti e di uomini di cultura che hanno fatto la storia del Secondo Novecento, a partire dalle mostre di Corrado Cagli, Fernando Farulli, Virgilio Guidi, Armando Pizzinato, Tono Zancanaro, Giuseppe Zigaina, Mino Maccari, Massimo Campigli, Ottone Rosai, Renato Guttuso, Giovanni Omiccioli, Renzo Vespignani, Mario Schifano, Enrico Paolucci, Mario Carotenuto, Carlo CarràFausto Pirandello, Paolo Ricci, Enrico Baj, Mario Sironi, Ernesto Treccani, Filippo De Pisis, Giorgio De Chirico, Ennio Morlotti, Alfonso Gatto, Germaine Lecococq, Paolo Signorino, Pietro Lista  e tanti altri.

Ma la “storia” di Alfonso Gatto e Salerno e Gatto e il Catalogo  si “cementa” nel segno dell’amicizia e della comunanza di ideali civili, cosa che portava il poeta a “ricucire” il suo rapporto con la Città, merito anche degli “Amici del Catalogo”, tra i tanti e ricordiamo Bruno Fontana, Antonio Castaldi, Maria Teresa Messina, che ancora conserva gelosamente una dedica del Poeta vergata sul volumetto del 1974: “Il Catalogo è questo” : “Maria Teresa Messina, “madamina” con alto gradimento dal difficile e intollerante “clan” del Catalogo, con l’affetto e l’augurio di Alfonso Gatto, Salerno, 26.12.1974-

Con questa iniziativa, a 40 anni della scomparsa del Poeta, Il Catalogo ricorda la figura di Alfonso Gatto e quanto ha contato per la crescita culturale della città di Salerno.

Il Catalogo

Via A.M.De Luca, 14

84122 Salerno

Tel./Fax 089/232666

www.ilcatalogo.com

info@ilcatalogo.com

Orario di apertura: tutti i giorni

10.00-12.30; 17.30-20.30

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.