Salerno, a Palazzo S. Agostino sarà illustrato il lavoro del progetto “Riversamento dall’OPAC di Bibliorete nella Rete SBN Polo CAM”

0
125

Le Biblioteche sono un luogo di conservazione, tutela e  valorizzazione  dei documenti.

Negli ultimi anni, con l’avvento delle nuove tecnologie digitali, le modalità di fruizione del Patrimonio di questi Enti si sono moltiplicate a pieno vantaggio degli utenti. La capacità delle Biblioteche, in questo contesto è quello di recepire le direttive europee in merito all’applicazione delle tecnologie per la diffusione della conoscenza attraverso la redazione di Progetti  di grande valore scientifico a forte ricaduta sui cittadini.

Risponde  a queste indicazioni,  il  Progetto POR ((Programmi Operativi Regionali) “Riversamento dall’OPAC di Bibliorete nella Rete SBN Polo CAM e digitalizzazione del patrimonio antico relativo al territorio campano nei secoli XVII-XVIII”, che ha coinvolto i Comuni di Altavilla Silentina, Baronissi, Cava de’ Tirreni, Minori, Sala Consilina e Siano, associati in ATS con la Provincia di Salerno, Ente capofila.

Dell’ intenso lavoro svolto in questi mesi per la realizzazione del Progetto, si relazionerà stamani  venerdì 17 luglio alle ore 9.30 presso il Salone “G. Bottiglieri” di Palazzo S. Agostino. In  questo incontro saranno illustrate le numerose attività realizzate per  il raggiungimento di vari obiettivi tra cui: il riversamento in SBN  di circa 170.000 notizie bibliografiche relativi ai fondi delle biblioteche aderenti al Progetto ((Biblioteca Provinciale di Salerno, Biblioteche della Direzione dei Musei della Provincia di Salerno e del Centro Studi Salernitani “Raffaele Guariglia” di Raito, Biblioteche Comunali di Altavilla Silentina, Baronissi, Cava de’ Tirreni, Minori, Sala Consilina, Siano e Biblioteca Parrocchiale “Mons. Don Antonio Pascale” di Arenabianca) la digitalizzazione di rari documenti in possesso delle biblioteche partecipanti, la fruizione dei servizi attraverso il portale web, la catalogazione del patrimonio antico e l’allestimento di percorsi scientifici, l’attività formativa e le pubblicazioni tematiche.

Elemento qualificante del Progetto -ha dichiarato il Presidente della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora– è stato il rafforzamento dei rapporti di collaborazione con le istituzioni locali che potrà senz’altro favorire lo sviluppo di idee progettuali che abbiano una forte ricaduta sul territorio, anche in termini di un maggiore radicamento degli istituti culturali nella realtà provinciale”.

Il rilancio delle biblioteche presenti in ambito provinciale -ha sottolineato la dott.ssa Barbara Cussino, responsabile del Progetto- se da un lato non può prescindere dall’arricchimento delle competenze professionali degli operatori del settore, dall’altro è strettamente connesso alla possibilità di offrire agli utenti nuove e differenziate occasioni di fruizione del patrimonio documentale custodito presso le nostre istituzioni culturali.”

Interverranno Giuseppe Canfora, Presidente della Provincia di Salerno, Giovanni Coscia, Consigliere Delegato per i Beni Culturali della Provincia di Salerno, Rosanna Romano, Direttore Generale della DG per le politiche sociali, le politiche culturali, le pari opportunità e il tempo libero della Regione Campania, Ciro Castaldo, Dirigente del Settore Musei, Biblioteche ed Attività Culturali della Provincia di Salerno, Barbara Cussino, Funzionario Delegato del Settore Musei, Biblioteche ed Attività Culturali della Provincia di Salerno e Responsabile Unico del Procedimento, Renato La Porta, Responsabile Operativo Almaviva, Roberto Sasso, Amministratore Polidoro, Michele Todino, Amministratore Unico Blue Cloud Engineering, Anna Maria Vitale, Membro del Comitato Esecutivo Nazionale dell’AIB, i Sindaci dei Comuni di Altavilla Silentina, Baronissi, Cava de’ Tirreni, Minori, Sala Consilina, Siano.

Modererà l’incontro il giornalista Marcello Napoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.