Napoli, Cirielli sulla violenza sessuale: “Non basta rabbia. Maggioranza approvi mia proposta per inasprire le pene”

0
203
Edmondo Cirielli (foto Gabriele Durante)

Imma Vietri, coordinatore del Dipartimento Tutela Vittime Campania di Fratelli d’Italia – alla luce dell’ennesimo episodio di violenza consumatosi nella provincia di Napoli – sottolinea la necessità di normative più rigorose per la garanzia delle pene. Nella giornata di martedì, infatti, una donna di 24 anni è stata aggredita e violentata da tre uomini nell’ascensore della stazione ferroviaria della Circumvesuviana a San Giorgio a Cremano.

«Alla giovane vittime la nostra solidarietà e il nostro sostegno. Non è accettabili che episodi del genere si verifichino ancora e che una donna non si possa sentire sicura di viaggiare con i mezzi pubblici o attendere un treno in stazione – ha commentato Imma Vietri –. Stando a quanto dichiarato dalla vittima, tra l’altro, pare che tra i responsabili ci sarebbero anche dei conoscenti».

«Oggi -continua- più che mai bisogna tenere alta l’attenzione sulla questione e puntare i riflettori. La violenza non è un problema femminile ma individuale e va affrontato insieme dalle donne e dagli uomini. C’è violenza quando manca il rispetto. Purtroppo ancora oggi la donna, a fronte di una mentalità arcaica e retrograda, viene considerata da molti un “bottino di guerra” ed è per questo che la maggior parte dei casi di violenza si consuma nei loro confronti».

«È urgente -conclude- mettere un freno a tutto questo, con risposte concrete, efficaci ed immediate. Servono campagne di sensibilizzazione, c’è bisogno di modificare le leggi vigenti e soprattutto dire stop ai patteggiamenti delle pene, alle attenuanti e agli sconti. Fratelli d’Italia, i cui riferimenti in Campania sono l’onorevole Edmondo Cirielli e il senatore Antonio Iannone, su questo aspetto continua ad essere operativa e già ha presentato in Parlamento diverse proposte a garanzia della certezza della pena».

Ed è proprio Edmondo Cirielli, Questore Camera dei Deputati e parlamentare di Fratelli di Italia ha ribadire con una nota diffusa ieri che “rabbia e indignazione non bastano. Per i tre presunti autori della violenza sessuale ai danni di una ragazza di 24 anni a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, una volta accertata la colpevolezza, servono pene esemplari”.

“La maggioranza Cinque stelle-Lega -incalza Cirielli- approvi subito la mia proposta di legge (modifica degli articoli 609 bis-609 ter e 609 octies del codice penale) che punta, sulla scia delle legislazioni europee, all’inasprimento delle pene, compressione dei benefici carcerari e classificazione della violenza sessuale sulla base della gravità del fatto commesso”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.