Imma Vietri (FdI): «Ventimila extracomunitari in arrivo, De Luca tuteli la salute dei cittadini»

0
200
Imma Vietri (foto Gabriele Durante)

L’annuncio del governatore De Luca dell’arrivo di ventimila extracomunitari sul Litorale Domizio e nella Piana del Sele pone una serie di interrogativi.

A farsene interprete è la dirigente di Fratelli d’Italia Imma Vietri.

“De Luca, nel tentativo di “mettere una pezza” rispetto a quanto detto nel suo consueto monologo del venerdì, ha posto in relazione un così massiccio arrivo di extracomunitari con la riapertura delle aziende agricole, ma evidentemente – dichiara Imma Vietri – ignora che le aziende agricole non si sono mai fermate, garantendo l’arrivo dei prodotti nei negozi e nei supermercati. Inoltre, si è limitato a dire che attiverà le Asl per i controlli. È del tutto evidente, però, che questo non basterà a tutelare la salute dei cittadini campani. Se non sappiamo da dove vengono queste persone e dove hanno vissuto negli ultimi mesi, come potranno essere attivate tutte le misure di sicurezza sanitaria che sono necessarie? De Luca ha tenuto a ribadire: “Chi viene in Campania, non mi interessa da dove, deve segnalare la propria presenza alla Asl di appartenenza, deve andare in isolamento”. Siamo sicuri che queste disposizioni verranno fatte rispettare anche nei confronti dei ventimila braccianti in arrivo? Probabilmente no, si tratta solo dell’ennesimo annuncio ad effetto”.

“L’ordinanza che ha firmato nella stessa giornata di ieri prevede, infatti -continua Vietri- che questo obbligo non vale in caso di “comprovate esigenze lavorative”. Una domanda, comunque, è legittima: nel caso dovessero essere attuate le disposizioni, dove andranno in isolamento gli extracomunitari in arrivo? Siamo in grado di garantire l’isolamento domestico per quattordici giorni di ventimila persone in più nelle sole zone del Litorale Domizio e della Piana del Sele?”

“Non vorremmo che l’impossibilità di effettuare i controlli necessari – spiega la dirigente di FdI – finisca per tramutarsi in un “liberi tutti” che rischierebbe di vanificare i duri sacrifici imposti dei cittadini campani che in questi due mesi sono rimasti chiusi in casa, osservando tutte le prescrizioni e che continuano a subire, per la ripresa delle loro attività lavorative, restrizioni più pesanti e spesso incoerenti rispetto a quelle imposte dal Governo nazionale”..

“Perplessità suscita anche quella parte del piano socio economico della Regione che riguarda proprio gli immigrati. «Ad inizio aprile – aggiunge Imma Vietri – è stato previsto uno stanziamento di 3.748.880 euro per la sistemazione di immobili destinati al temporaneo alloggio degli immigrati e per campagne informative e interventi di mediazione e sostegno psicologico. Una misura da attuare – era specificato – entro trenta giorni. Ad un mese di distanza, invece, c’è solo un bando da 360.000 euro per l’acquisto di kit igienici e medicinali e per allestire quattro unità mobili con medici, psicologi e mediatori culturali. Come sia stato calcolato il costo del servizio non è dato saperlo, dal momento che non è specificato, neppure in via approssimativa, un numero di possibili destinatari di questo intervento. Una dimenticanza o, forse, fin da quando è stato fatto il bando si sapeva che sarebbero arrivati altri ventimila extracomunitari?”.

Per l’esponente di Fratelli d’Italia il modo in cui il presidente della Regione Campania sta gestendo questa fase dell’emergenza legata al coronavirus è censurabile sotto tutti i punti di vista: “Ha approfittato di questo momento per farsi pubblicità. Tanti annunci, poca concretezza… però in compenso con le sue dichiarazioni fa ridere. Ma davvero crede che si possa prendere sempre in giro la gente?”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.