Eboli, il Comune sottoscrive un Patto per lavoro, sviluppo e legalità

0
194

Comune, Tavolo per il Lavoro e la Sicurezza e sindacato firmano un grande patto per il lavoro. Il protocollo d’intesa denominato Sviluppo, Legalità, Occupazione Edile e Sicurezza nei luoghi di Lavoro è stato sottoscritto tra il Comune di Eboli, rappresentato dal sindaco Massimo Cariello; il Tavolo Tecnico per la Sicurezza e la Salute nei Luoghi di Lavoro, con il coordinatore Emilio Masala; il sindacato Fillea Cgil, rappresentato da Luca Daniele e Cosimo Esposito.

Vista la situazione economica di crisi e la carenza di occupazione, oltre che la necessità di assicurare trasparenza, legalità e sicurezza, il protocollo ha degli obiettivi precisi. Innanzitutto favorire l’occupazione locale e la manodopera del territorio, pur nel rispetto dei principi di libera concorrenza e libertà di impresa.

«Abbiamo convenuto di mettere in campo strumenti per favorire l’occupazione e la sicurezza – spiega il sindaco, Massimo Cariello -Lo faremo costituendo una rete di informazioni su bisogni occupazionali, andamento dei lavori, rispetto dei lavoratori. I cantieri saranno costantemente monitorati, così avremo un quadro chiaro dell’occupazione, dei subappalti, dei criteri di sicurezza assunti. Ogni forma di controllo seguirà il sistema bilaterale, coinvolgendo istituzioni, enti sovracomunali, sindacati e forze dell’ordine».

Particolare attenzione è stata riservata al tema della sicurezza e della legalità.

«In tema di contrasto alla criminalità organizzata – ha illustrato il coordinatore del tavolo tecnico, Emilio Masala – il protocollo prevede l’applicazione completa della legge contro corruzione ed illegalità. Lo stesso sistema dei controlli, per garantire al massimo l’obiettivo, sarà supportato da un osservatorio costituito da Comune, Tavolo Tecnico e Fillea, in modo da avere sotto controllo l’attività dei cantieri ed il rapporto con l’occupazione ed i lavoratori».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.