Cava, Strada Provinciale 75 Avvocatella-Dragonea: esposto dei cittadini alla Provincia di Salerno

2
6123

Non si placano le doglianze dei cittadini di Cava de’ Tirreni e Vietri sul Mare per la chiusura al traffico della STRADA PROVINCIALE 75 nel tratto Avvocatella (Cava de’ Tirreni) – Padovani (Vietri sul Mare)dallo scorso 9 settembre.

Numerose famiglie della comunità di Dragonea, nonchè di Borghi Iaconti e Padovani, lamentano un profondo disagio a seguito di questa decisione ed hanno deciso di chiedere formalmente l’accesso e la ostensione di tutti gli atti istruttori presupposti e connessi alla chiusura della strada provinciale SP 75.

Le cause della momentanea interdizione al traffico veicolare sono da addebitare a un incendio della vegetazione che si è innescato lo scorso 9 settembre nelle scarpate a valle della stessa strada, esattamente nei pressi del ponticello sul fiume Bonea, poi estesosi anche alla vegetazione posta nella parte superiore della carreggiata, sembrerebbe in agro del Comune di Cava de’ Tirreni.

Nello stesso giorno – si legge nell’esposto, sottoscritto da 152 cittadini – fu disposta la chiusura della strada, senza dare una completa ed esatta informazione alla cittadinanza, a meno di piccoli e scherni cartelli anonimi, posti oramai a ridosso degli innesti della medesima strada, senza neanche indicare gli estremi dell’ordinanza con la quale si disponeva la chiusura. Dal sito ufficiale della Provincia di Salerno, sembrerebbe che non sia stata emessa nessuna ordinanza in merito alla attuata chiusura della strada e non risultano divulgate complete, esatte e concrete informazioni, circa gli eventi accaduti e le attività poste in essere per la loro risoluzione.

I cittadini residenti in zona, soprattutto della frazione Dragonea, che utilizzano quotidianamente tale strada, principalmente per motivi di lavoro, sono costretti a percorrenza alternativa sulla SP 75, nel tratto Padovani, Iaconti, Dragonea, Vietri sul mare, per poi raggiungere Cava de’ Tirreni a mezzo di strada regionale ex SS 18, e viceversa, con l’aggravio che tale percorso alternativo risulta semaforizzato per ben due volte, mentre alcuni tratti sono interessati, quotidianamente, da parcheggio sulla carreggiata, che impedisce la normale percorrenza, oggi appesantite dal maggior afflusso di auto, motocicli, autocarri. Insomma, un allungamento del percorso che fa perdere non poco tempo e crea innumerevoli disagi. Senza contare che eventualmente occorra, per i Borghi di Iaconti e Padovani, unitamente alla parte alta di Dragonea, un intervento urgente di mezzi speciali, in particolare autobotti dei Vigili del Fuoco, non avrebbero possibilità di raggiungere i siti interessati e quindi si andrebbe a determinare un mancato soccorso.

Vige in merito un pacato e disinteressato silenzio di tutti e la mancanza di qualsivoglia informazione ai cittadini residenti, nè si conoscono le determinazioni assunte per la risoluzione della problematica.

Per tale motivo, e per la necessità di procedere ad una tempestiva riapertura della strada SP 75 nel tratto  interessato dalla chiusura, alcuni cittadini hanno presentato un esposto alla Provincia di Salerno e ai Sindaci dei Comuni di Cava de’ Tirreni e Vietri sul Mare, nel quale chiedono l’accesso e la ostensione di tutti gli atti istruttori presupposti e connessi alla chiusura della strada provinciale SP 75, nel tratto “Avvocatella – Padovani”.

Chiedono, altresì, di conoscere il nominativo del Responsabile del Procedimento individuato dall’Amministrazione Provinciale”.

ESPOSTO_SEGNALAZIONE_ACCESSO ATTI_SP75_250920

2 Commenti

  1. La SP 75 Avvocatella è una via di comunicazione di vitale importanza che non può rimanere chiusa nemmeno un giorno perchè è indispensabile per la mobilità di migliaia di cittadini. Sia l’ente Provincia di Salerno che il Comune di Cava de’Tirreni, con semplici messagini blandi, a mio avviso non hanno ancora capito la portata dei disagi e della gravità della situatione. Mi chiedo se sono necessari atti di protesta eclatanti oppure il semplice buon senso di chi si siede sulla poltrona pagata da noi e comincia a meditare che non si possono tenere in ostaggio migliaia di famiglie di un’intera località. Auspico che una risposta venga data e presto, perchè pui il tempo passa e più ci saranno danni da ripristinare per via anche delle pioggie di questi giorni. Vogliamo azioni concrete e non chiacchiere o prese per i fondelli.

  2. Sono un cittadino di Cava, a Dragonea ci lavoro e come me tanti altri miei colleghi, quella strada non è fondamentale solo per Dragonea e frazioni alte, ma per migliaia di persone e numerose attività commerciali, agriturismi, oltre che quale collegamento fondamentale in caso di emergenza. Non se ne può più. Abito tra l’altro a San Cesario e capite bene il giro “beffa” che mi tocca fare per recarmi al lavoro. La SS163 tra l’altro è a senso alternato. Sono davvero arrabbiato contro chi vede e sente e non fa nulla nell’immediato per risolvere questa situazione. So che si è in procinto di indire una manifestazione di protesta. Io ci sono, in prima linea. Chi sa fa, chi non sa parla e sparla. Vergogna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.