Cava, l’intervento dell’avvocato Alfonso Senatore per la vaccinazione delle categorie fragili

0
259
l'avvocato Alfonso Senatore

La Regione Campania ribadisce che da oggi sarà aperta la piattaforma per l‘inserimento, da parte dei medici di medicina generale, delle adesioni dei pazienti delle categorie fragili

“La situazione si fa sempre più confusa e delicata ed ora riguarda le categorie più deboli che andrebbero maggiormente tutelate. E invece!! Da domani (oggi per chi legge, n.d.r.) i medici di base DEVONO inserire sulla piattaforma telematica della Regione Campania, come da protocollo del Ministero della Salute, i pazienti di elevata fragilità (categoria 1 persone estremamente vulnerabili, disabilità grave). Senza questo inserimento che solo i medici di base possono fare perché a conoscenza dei loro pazienti fragili i centri abilitati alla somministrazione delle vaccinazioni (Pfizer) non potranno effettuare la vaccinazione. Sembra che i medici di base si siano rifiutati per motivazioni che stento a credere perché gravissime se vere”.

E’ quanto denuncia l’avvocato Senatore in una nota inviata nella serata di ieri.

“Sta di fatto -continua l’avvocato Senatore- che diversi concittadini si sono rivolti a me per denunziare una situazione che se corrispondente al vero ha risvolti anche di natura penale per omissione di atti di ufficio aggravata dal momento drammatico che stiamo vivendo e dal fatto che riguarda persone portatori di gravissime patologie, malattie cardiologiche, neurologiche, malattie autoimmuni, epatiche, cerebrovascolari, oncologiche, emoglobinopatie, sindrome di Down, trapiantato, immuni deficienti da “Hiv” “.

“A ciò si aggiungano -precisa Senatore- le possibili conseguenze penali per omicidio colposo e altro, ove a seguito di tale gravissima omissione dovessero verificarsi eventi luttuosi. Avendo giorni or sono lanciato un accorato appello proprio ai medici di base che conosco quasi tutti e stimo per essere il fior fiore dei professionisti medici sono sicuro che non si rifiuteranno di fare il loro dovere”.

“Con l’occasione -conclude l’avvocato Alfonso Senatore- mi rivolgo al Sindaco e al suo delegato Assessore alla Sanità affinché intervengano perché la situazione già grave e precaria non si amplifichi ancor più lasciando che a farne le spese siano sempre i più deboli e sfortunati”.

In serata, tuttavia, la situazione sembra sia stata superata. La Regione Campania, infatti, ha ribadito la procedura, ovvero che “i medici di medicina generale individuino tra i loro assistiti, coloro che appartengono alla categoria di “elevata fragilità”, registrandoli sulla piattaforma e certificandone lo status”. E ha confermato che da oggi “mercoledì 17 marzo sarà aperta, come già comunicato, la piattaforma per l‘inserimento, da parte dei medici di medicina generale, delle adesioni dei pazienti delle categorie fragili”.

Insomma, la guerra contro il Covid continua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.