Cava, il centrodestra replica a Giovanni Baldi & soci: “Qual è la vostra collocazione politica?”

0
412
Fabio Siani (foto Gabriele Durante)

E’ stato un vero e proprio terremoto politico quello provocato dalla ufficiale discesa in campo del dottore Giovanni Baldi. Uno tsunami che ha investito in pieno la classe dirigente, soprattutto di centrodestra. E infatti, proprio questi ultimi schieramenti hanno risposto alla notizia della giornata.

Attraverso un comunicato stampa congiunto, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia replicano alla compagine che appoggia il percorso di Giovanni Baldi, già consigliere regionale e da sempre l’uomo elettoralmente più forte nella valle metelliana.

“Le segreterie di partito di centro destra hanno appreso dalla stampa che nella giornata di ieri, un gruppo di amici ha assunto una iniziativa di evidente matrice civica, individuando il dott. Giovanni Baldi loro portavoce”,  principia il comunicato stampa. Gli amici in questione, ricordiamolo, sono Pasquale Senatore, Antonio Barbuti, Pasquale Santoriello, Vincenzo Lamberti, Massimiliano Di Matteo, Giovanni Senatore. Ovvero esponenti delle forze di centrodestra, membri che nell’attuale Consiglio Comunale siedono all’opposizione e persone che in passato sono state elette nell’ambito dello stesso.

“I partiti di centro destra non possono nascondere l’amarezza per la decisione del dottore Baldi – prosegue il comunicato-  che a fronte di numerosi inviti da parte delle segreterie a chiarire la propria linea politica, sistematicamente disattesi, ha repentinamente svoltato verso un percorso civico, omettendo di rendere partecipi i partiti e gli uomini che hanno sempre manifestato allo stesso stima, affetto e rispetto.

A questo punto bisogna chiedere agli amici del dottore Giovanni Baldi se l’iniziativa intrapresa si pone in contrasto con l’indirizzo politico dei partiti del centrodestra ovvero vuole aprire con gli stessi partiti un tavolo di confronto”.

Infine, concludono Fortunato Palumbo (FI), Biagio Manzo (Lega) e Fabio Siani (FdI) nella nota: “ In buona sostanza, i partiti di centrodestra ritengono necessario che il gruppo di ‘amici’, capitanato dal dottore Giovanni Baldi, chiarisca alla intera opinione pubblica la collocazione politica che intende assumere.  

Nel rivendicare la centralità dei partiti in ordine alle scelte programmatiche funzionali al rilancio della Città, in mancanza di un confronto, i partiti del centrodestra presenteranno agli elettori cavesi una scelta unitaria veramente alternativa all’attuale Amministrazione”.  

Una risposta secca e netta che fa comprendere, neanche troppo velatamente, come la notizia della discesa nell’agone politico cittadino di Giovanni Baldi sia stata una sorpresa, soprattutto per le modalità (un’improvvisata di cui le forze politiche di centrodestra non erano state avvisate), sia per la cripticità e l’enigmaticità del messaggio lanciato da Baldi e dalla compagine che lo appoggia.

Questi incontri che avranno luogo e il progetto per “garantire soluzioni politiche partecipate” che collocazione politica avranno? Saranno civici? O il dottore Baldi rappresenterà delle specifiche forze politiche? Domande che trapelano dal comunicato stampa del centrodestra metelliano che in buona sostanza paventa l’ipotesi che dietro questo progetto non vi sia la candidatura a sindaco di Giovanni Baldi, ma un appoggio a un’altra eventuale candidatura che potrebbe essere anche quella dell’attuale sindaco Vincenzo Servalli.

Questo ci pare un sospetto spropositato che spiega però il clima di tensione e diffidenza.

         

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.